Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Coldiretti piange Aliberti Oggi l’addio

Coldiretti Macerata piange la morte di Manilio Aliberti, già dirigente della federazione e scrittore. Viveva a Civitanova e aveva 98 anni. Nato a Monte San Martino nel 1924, agricoltore e dirigente di Coldiretti con la passione per il giornalismo, mosse i primi passi come corrispondente per la Voce delle Marche, giornale diocesano di Fermo, e poi fu chiamato a dirigere Il coltivatore maceratese, il giornale di Coldiretti Macerata, nel quale ha curato per anni la rubrica "È aperta la discussione", poi ribattezzata "Fatti e... misfatti!!!" In quelle colonne gli agricoltori lanciavano istanze e proposte: Aliberti ascoltava e rispondeva. Nel 2000, tutte le rubriche sono state raccolte in un volume. Per decenni in Coldiretti, negli anni settanta divenne poi vicedirettore della federazione maceratese. Il funerale sarà celebrato stamattina, alle ore 10, nella chiesa di San Francesco di Civitanova.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?