"Il coprifuoco è una misura irragionevole". Così Tiziana Gazzellini, coordinatrice del gruppo settempedano di Fratelli d’Italia, ha motivato la decisione di organizzare, lo scorso giovedì sera, un flash mob di protesta contro il coprifuoco. In piazza del Popolo è scesa la sezione settempedana di Fratelli d’Italia e di Gioventù Nazionale, come sta avvenendo in molte altre città d’Italia, e con loro anche Marco Dialuce, il giovane studente di giurisprudenza che ha vinto una causa di fronte al giudice di pace di Camerino relativa ad una multa presa da un amico che aveva violato il coprifuoco dopo essere stato a casa della fidanzata. "Il coprifuoco è una misura irragionevole – dice Gazzellini –, devasta la nostra economia. Non ha senso ai fini del contrasto della pandemia e soprattutto incide sulla libertà delle persone. Non è possibile, dopo un anno, continuare così, con misure che limitano la libertà personale. Avevamo chiesto un permesso a manifestare per 30 persone, hanno partecipato tanti ragazzi e diverse attività ci hanno ringraziato perché comunque un po’ hanno lavorato". Alla manifestazione hanno preso parte, oltre alla coordinatrice Gazzellini e al coordinatore cittadino di Gioventù Nazionale, Leonardo Simoncini, anche il responsabile provinciale Massimo Belvederesi e il consigliere Regionale Pierpaolo Borroni. "Ringraziamo le forze dell’ordine per la loro presenza che ha garantito il corretto svolgimento della manifestazione". g. g.