I flaconi di acqua ossigenata spacciati per disinfettante contro il coronavirus
I flaconi di acqua ossigenata spacciati per disinfettante contro il coronavirus

Civitanova, 25 marzo 2020 - Cercava di spacciare acqua ossigenata come disinfettante contro il coronavirus. Ma la Guardia di finanza di Civitanova lo ha scoperto. I militari hanno sequestrato oltre 700 litri di prodotto, sprovvisto anche dell’autorizzazione del ministero della salute. L’imprenditore è stato denunciato per frode in commercio. Nell’azienda civitanovese, che opera nel settore chimico, l’operazione della Gdf ha permesso di scoprire inizialmente 169 flaconi spray da 100 e 200 ml, contenenti unicamente acqua ossigenata.

La successiva perquisizione estesa ai computer aziendali ha permesso di recuperare alcuni file immagine, che erano utilizzati per la stampa di volantini illustrativi delle proprietà disinfettanti, germicidi e battericidi, dunque da usare contro il coronavirus. In realtà era semplice acqua ossigenata. Le ricerche hanno inoltre permesso di rinvenire un ulteriore contenitore con 700 litri del medesimo prodotto, destinato a essere confezionato in flaconi spray da mettere in vendita. L’intero prodotto è stato sequestrato e il legale rappresentante della società è stato denunciato alla procura di Macerata per il reato di frode nell’esercizio del commercio.