Crocetti: "Via per Berlusconi" Gismondi: "Tra dieci anni"

ll consigliere di maggioranza vorrebbe uno spazio per il Cavaliere da poco morto ma il membro della commissione replica: "C’è una norma da rispettare".

Crocetti: "Via per Berlusconi"  Gismondi: "Tra dieci anni"

Crocetti: "Via per Berlusconi" Gismondi: "Tra dieci anni"

di Lorena Cellini

È corsa anche a Civitanova per intitolare uno spazio pubblico a Silvio Berlusconi. Lo chiede Gianluca Crocetti, esponente del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia in rappresentanza del movimento Rinascimento-Vittorio Sgarbi, e Piero Gismondi (lista civica La Nuova Città), che è membro della commissione consiliare Toponomastica in quota all’opposizione, replica laconico: "Ci penseranno quelli che verranno dopo di noi, tra dieci anni". Il riferimento è alla legge italiana che impone una tempistica precisa: le nuove intitolazioni possono avvenire solo a persone decedute da oltre dieci anni. Della proposta di inserire Berlusconi nello stradario cittadino si è fatto promotore Crocetti che ritiene di dover "onorare il presidente assegnando il suo nome a una via, un largo, un giardino o una piazza". Prima di lui Nicolò Renzi di Forza Italia ha depositato identica richiesta in commissione toponomastica. Per Crocetti si tratta di "un gesto doveroso. Berlusconi ha rappresentato e rappresenta un modello imprenditoriale per il tessuto economico, produttivo e finanziario della nazione e come politico ha saputo intervenire in un momento di grave debolezza per la nostra democrazia, ridando spazio e speranza all’area liberale, moderata, cristiana". Ma Gismondi raffredda gli entusiasmi: "E perché poi solo Berlusconi? La lista è lunga. Per esempio c’è chi vuole intitolare una strada a Bettino Craxi, e non sto dicendo che io sia d’accordo. Lo segnalo, così come segnalo che in questa città manca anche una via intitolata a Enrico Berlinguer". Rivela poi che in commissione toponomastica giace una proposta presentata dal consigliere comunale Pierpaolo Turchi – appena uscito dalla lista ’Civitanova Unica’ nella quale è stato eletto in seno al centro destra – per riservare un pacchetto di strade nella futura lottizzazione Sabatucci ai politici della prima Repubblica. Ma, poi torna su Berlusconi e sugli aspetti della legge numero 11881927 (articolo 2): "Fra dieci anni, chi verrà deciderà sulla intitolazione di una via o una pizza a Silvio Berlusconi. Questo dicono le norme e direi che vanno rispettate".