Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

Da Scofield fino a Di Bonaventura Le stelle del "Camerino festival"

8 giu 2022
Il chitarrista americano John Scofield
Il chitarrista americano John Scofield
Il chitarrista americano John Scofield
Il chitarrista americano John Scofield
Il chitarrista americano John Scofield
Il chitarrista americano John Scofield

A un mese dalla 36esima edizione, il "Camerino festival" preannuncia i nomi in cartellone, frutto del lavoro dei tre direttori artistici cui il Comune ha affidato la direzione della kermesse, Vincenzo Correnti, Francesco Rosati e Daniele Massimi, rispettivamente presidenti delle associazioni Adesso Musica, Gioventù musicale d’Italia e Musicamdo. "La 36esima edizione del Camerino festival – convengono i tre direttori – consolida la collaborazione tra Adesso Musica, Gioventù musicale e Musicamdo. Abbiamo voluto toccare tanti luoghi significativi che oggi, col festival, permettono di fare musica, cultura e promozione turistica, come l’auditorium Benedetto XIII, la sala concerto dell’Accademia della musica, la basilica di San Venanzio, la rocca borgesca. E ancora: luoghi dal fascino unico come rocca D’Ajello, il giardino della chiesa di San Giusto, a Valfornace, o le vie del centro". Tanti i registri musicali della rassegna: dalla classica al jazz, passando per il blues, fino a toccare la danza. Con un filo conduttore: la qualità dei repertori e degli interpreti invitati. "Si partirà con un nome di grandissimo spessore – dice Massimi –, John Scofield, leggendario musicista americano. Poi la musica jazz caratterizzerà due incontri: quello dedicato al musicista camerte Paolo Vinaccia, tra Daniele Di Bonaventura al bandoneon e il contrabbassista norvegese Arild Andersen, e quello al femminile tra la pianista Rita Marcotulli e la cantante Chiara Civello". Il 10 luglio, all’auditorium Benedetto XIII, ecco John Scofield, leone della chitarra vincitore di tre Grammy, in quartetto "Yankee go home". Il 31 luglio, tappa all’Accademia Corelli, dove si cambierà registro col Quartetto di Cremona. Il 4 agosto, uno spettacolo fra danza, musica e drammaturgia: "Amigdala". La compagnia milanese Sanpapié, diretta dalla coreografa e interprete Lara Guidetti, assorbe la tradizione del teatro-danza e la porta per le strade di Camerino in una performance itinerante di danza pubblica. Venerdì 5 agosto, alla rocca d’Ajello, invece, il suggestivo duo composto da Daniele Di Bonaventura al bandoneon e Arild Andersen al contrabbasso e agli effetti elettronici omaggerà il percussionista Paolo Vinaccia. "Il 6 agosto – interviene Rosati, presidente Gmi – ci sposteremo nella chiesa di San Giusto per ascoltare il Clarinet Trio di Alessandro Carbonare. Domenica 7 agosto, nella basilica di San Venanzio, vivremo invece l’eleganza del repertorio barocco, proposto in chiave filologica dall’ensemble "Opera Prima" col soprano americano Amanda Forsythe". Venerdì 12 agosto, alla rocca borgesca, arriverà un duo jazz tutto al femminile, la voce straordinaria di Chiara Civello e il pianismo eclettico di Rita Marcotulli. Sabato 13, all’Accademia Corelli, si esibirà in piano solo Jae Hong Park, rivelazione del pianismo internazionale. A chiudere la rassegna, domenica 14 agosto alla rocca borgesca, il progetto "Musiche da film" realizzato dall’orchestra di fiati della "Città di Camerino", diretta dal maestro Vincenzo Correnti. "Siamo contenti – evidenzia Correnti – di aver potuto inserire in programma anche questo concerto, dando spazio a una realtà locale cha da anni svolge intensa attività concertistica". Le info www.camerinofestival.it.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?