Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Dagli esordi alle ultime frontiere, omaggio alla polizia postale nell’incontro promosso dall’Anps

La storia della sezione ripercorsa con un filmato del socio Riccardo Vallesi

L’Associazione nazionale polizia di Stato (Anps) di Macerata ha festeggiato l’8 maggio la sezione della polizia postale, negli anni diventata un’eccellenza della Polizia di Stato. Con un filmato realizzato dal socio Riccardo Vallesi si è ricordata la storia dal dopoguerra – quando fu istituita insieme con la polizia stradale, ferroviaria e di frontiera – ai corsi di specializzazione negli anni Settanta con l’allora capo della polizia Vicari, all’elevazione a specialità nel 1981, alla nuova denominazione di polizia postale e delle comunicazioni, a seguito della nascita di Poste italiane spa, all’attualità caratterizzata dall’impegno per la sicurezza cibernetica. Erano presenti alcuni responsabili della sezione che si sono succeduti negli anni, da Mario Bonifazi a Valentina Catese fino all’attuale Claudio Tarulli, con i collaboratori Mario Perozzi, Vittorio Pallotta, Pietro Costantini e i componenti della Volante che collaboravano nelle scorte: Roberto Marcianesi, Nazzareno Fantin, Marcello Marinozzi, Graziano Bocci, Graziano Gattari, Michele Guerra. Tanti altri soci, in pensione e in servizio, accompagnati dai familiari, hanno plaudito i colleghi della polizia postale.

Al termine, il prefetto Filippo Piritore, già questore di Macerata nel 2001 – che ha accompagnato la moglie Valentina Catese, della polizia postale –, il presidente dell’Anps di Macerata Giorgio Iacobone, con i soci organizzatori Walter Busiello e Alessio Pandolfi, hanno consegnato una targa ricordo con l’indicazione della possibile imminente nuova denominazione: "Sezione operativa per la sicurezza cibernetica".

re. ma.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?