"Differenziata sotto la media provinciale"

Cervellini della lista ’Ascoltiamo la città’ interviene dopo la presentazione del progetto ’Green House’ .

"Differenziata sotto la media provinciale"

"Differenziata sotto la media provinciale"

Raccolta differenziata, nel 2022 Civitanova due punti percentuali sotto la meda annuale del dato provinciale, 71.12% contro 73.05%, e anche nel confronto esteso a tutto settembre 2023 "arriveremmo a 72.06%, lo 0.71% in più rispetto al 2022, senza contare novembre e dicembre 2023, e quindi saremmo sempre sotto la media provinciale". Ragiona sui numeri Marco Cervellini, esponente della lista ’Ascoltiamo la Città’ dopo il lancio da parte del Comune del progetto ’Green House’: "Parlare, come ha fatto il sindaco Ciarapica, di confronti fra singoli mesi è riduttivo ed è servito solo per lanciare una mera azione di marketing chiamata Green house, ovvero classiche casette ecologiche o punti verdi, con la sola aggiunta di un sistema che consuma energia con l’aria condizionata". Tutto questo per Cervellini "è in linea con la completa assenza di strategia sui rifiuti da parte dell’amministrazione che, sebbene al secondo mandato, prima ha rinunciato a richiedere i dati al Cosmari della sperimentazione per la tariffa puntuale effettuata fino al 2018 con il microchip, denunciando semplicemente il costo, senza peraltro poterne valutare l’efficacia in termini di raccolta utile a stabilire una tariffa puntuale, per poi non fare nulla".

Altro aspetto che giudica non chiaro "è come una sperimentazione al costo di 60.000 euro a carico del Comune potrebbe essere replicata a scala di città. Un maggior incremento della differenziata è possibile solo con una seria sperimentazione della tariffa puntuale che porta a premiare i nuclei famigliari più virtuosi e a far pagare di più quelli meno attenti, ma questo implicherebbe una vera attenzione sulla gestione dei rifiuti e del decoro urbano".