Due ladri traditi dal telefonino. L’avevano perso durante la fuga

Un 25enne e un 27enne denunciati per il colpo nella tabaccheria del quartiere Corneto

Due ladri traditi dal telefonino. L’avevano perso durante la fuga

Due ladri traditi dal telefonino. L’avevano perso durante la fuga

Sono stati incastrati dalle telecamere di videosorveglianza – e da un telefonino perso durante la fuga – i responsabili del furto al distributore di sigarette della tabaccheria nel quartiere Corneto. E denunciati dai carabinieri di Macerata. I fatti risalgono alla notte del 23 agosto 2023 quando un uomo, incappucciato, ripreso dalla videosorveglianza, era riuscito ad aprire il distributore e a prelevare il denaro che conteneva. L’arrivo della "gazzella" del nucleo radiomobile aveva messo in fuga il ladro, che era stato costretto a lasciare sul posto il sacco preparato per portarsi via pure i pacchetti di sigarette. Un bottino fatto quindi di poche centinaia di euro, quasi il valore del telefonino che il malfattore, mentre se la dava a gambe per le campagne, aveva perso. I carabinieri avevano subito avviato le indagini visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e focalizzato l’attenzione proprio sul telefono smarrito, rinvenuto dai militari nel corso del sopralluogo, e sulla sim inserita. Grazie all’analisi investigativa effettuata sullo smartphone e sulla grande mole di dati telefonici acquisiti, i militari sono così riusciti a individuare l’autore del furto, scoprendo, a differenza delle immagini che avevano sempre ripreso una sola persona, che in realtà questi non avesse agito da solo. C’era anche un complice. Gli investigatori della sezione operativa della Compagnia di Macerata, incrociando le informazioni, sono arrivati all’identità dei due autori del furto. Si tratta di due giovani stranieri, un egiziano di 27 anni e un kosovaro di 25 anni, noti alle forze dell’ordine per reati della stessa specie. Il primo, qualche mese prima, già era stato arrestato in flagranza di reato per un furto in tabaccheria nel Fermano. I due sono stati denunciati alla Procura di Macerata. Dovranno rispondere dell’accusa di furto aggravato.