Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 lug 2022
7 lug 2022

È Ventrone il direttore di Scienze politiche

Docente di Storia contemporanea con una vasta conoscenza sul Novecento italiano ed europeo

7 lug 2022
Angelo Ventrone (foto Calavita) inizierà il suo incarico triennale il primo novembre prossimo
Angelo Ventrone (foto Calavita) inizierà il suo incarico triennale il primo novembre prossimo
Angelo Ventrone (foto Calavita) inizierà il suo incarico triennale il primo novembre prossimo
Angelo Ventrone (foto Calavita) inizierà il suo incarico triennale il primo novembre prossimo
Angelo Ventrone (foto Calavita) inizierà il suo incarico triennale il primo novembre prossimo
Angelo Ventrone (foto Calavita) inizierà il suo incarico triennale il primo novembre prossimo

E’ tempo di cambiamenti all’Università di Macerata. Dopo il voto del 22 giugno scorso, infatti, il professore Angelo Ventrone è stato nominato nuovo direttore per il dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali dell’Università di Macerata. Succede al professor Emmanuele Pavolini. Docente ordinario di storia contemporanea, Sentrone comincerà il suo incarico triennale dal primo novembre. Stesso giorno in cui comincerà il suo incarico anche il nuovo rettore John Francis McCourt, eletto il 29 giugno come successore di Francesco Adornato.

Il professor Ventrone dopo essersi laureato a Bologna ed aver completato la sua formazione a Roma, da diversi anni vive a Macerata e lavora in ateneo dove insegna Storia contemporanea, Storia sociale della politica e Storia dei totalitarismi e dei fondamentalismi, concentrando i suoi interessi sul Novecento italiano ed europeo, di cui ha esaminato diversi aspetti: l’incontro tra modernità, tecnica e violenza nella prima guerra mondiale, la genesi della cultura fascista tra la fine dell’800 e la Seconda guerra mondiale, il ruolo dei partiti di massa nella fondazione e nel consolidamento della democrazia nell’Italia post-fascista, il rapporto tra mass-media e società italiana nel secondo dopoguerra, la rappresentazione dell’avversario politico in Italia e in Europa dall’inizio del Novecento a oggi, i movimenti di contestazione e la violenza politica in Italia e in Europa dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, la guerra non-ortodossa al comunismo e la strategia della tensione.

Tra i lavori più recenti di Angelo Ventrone ricordiamo "Grande guerra e Novecento. La storia che ha cambiato il mondo" e "La strategia della paura. Eversione e stragismo nell’Italia del Novecento". Inoltre ha curato "L’Italia delle stragi. Le trame eversive nella ricostruzione dei magistrati protagonisti delle inchieste" e, con Carlo Fumian, "Il terrorismo di destra e di sinistra in Italia e in Europa. Storici e magistrati a confronto". Con Salvatore Lupo ho scritto il manuale universitario "L’età contemporanea" edito da Le Monnier-Mondadori Education.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?