Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

"Famiglie al centro, sono il nostro welfare"

Il primo festival dedicato ai genitori: una settimana di giochi, seminari, letture e concerti. "Una risorsa per il bene della comunità"

La presentazione del primo «Festival della famiglia», in programma la prossima settimana
La presentazione del primo «Festival della famiglia», in programma la prossima settimana
La presentazione del primo «Festival della famiglia», in programma la prossima settimana

"Perseguire una nuova vivibilità cittadina, riconoscendo la famiglia come risorsa e soggetto essenziale per la crescita del bene comune". L’amministrazione comunale mette al centro la famiglia come luogo di formazione, per la risoluzione dei conflitti, per sviluppare sinergie e prevenire le situazioni di devianza. Ma la famiglia va sostenuta e aiutata, anche con momenti di incontro e di condivisione. Da qui l’idea del primo "Festival della famiglia". Si terrà per tutta la prossima settimana in diversi spazi della città, che si animeranno con giochi, incontri, workshop, letture e concerti. "Abbiamo pensato a una settimana di appuntamenti per declinare quello che per noi è il vero welfare: la famiglia – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali, Francesca D’Alessandro –, perché se c’è una famiglia che sta bene, sta bene il disabile, l’anziano o il giovane. Si tratta di un festival che abbiamo fortemente voluto, frutto di un connubio virtuoso tra gli assessorati ai servizi sociali e alla famiglia con il terzo settore, un appuntamento che vuole avere una connotazione culturale e vuole dare un messaggio preciso alla città e portare un valore aggiunto nella comunità, offrire dei momenti di riflessione, di spensieratezza e di benessere". Al fianco del Comune si sono schierati una serie di partner, come l’Università, il garante regionale dei diritti della persona, gli ordini dei servizi sociali e dei giornalisti, l’ambito sociale 15, "Nati per leggere", la cooperativa Il Faro, l’associazione "Piombini Sensini", i Salesiani, Parsifal, Unicef, Croce Rossa, scuola di musica "Scodanibbio", Ammanuartes, Stammibene, Lutes, il centro Val di Chienti e la libreria Del Monte. "La famiglia è importante per noi, per la città e perché, forse in questo periodo, l’idea della famiglia è un po’ svilita, oggetto di attacchi perché considerata, nella migliore delle ipotesi, una specie di ricettacolo di tutte le disgrazie umane – ha aggiunto l’assessore Marco Caldarelli –. Noi, benché non si possa sottovalutare questo aspetto negativo, riteniamo che la famiglia abbia anche una qualità e un valore, quello di essere il primo spazio di comunità, un luogo di aggregazione e di consolazione". Tra gli appuntamenti della settimana, mercoledì ci sarà l’aperitivo ai Salesiani, dalle 17.30; sabato prossimo, alle 17.30, in piazza Mazzini, la premiazione del concorso "I nipoti raccontano i nonni" e alle 18 la consegna del premio a una famiglia numerosa. Domenica 22 maggio, dalle 12.30, ai giardini, si svolgerà il pic-nic e alle 16 seguirà la messa con il vescovo Nazzareno Marconi. Tutti gli appuntamenti sono sul sito www.comune.macerata.it e sulla pagina Facebook: @servizisocialimacerata. Chiara Sentimenti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?