di Gaia Gennaretti Gioia e letizia, ma ovviamente anche speranza che questo difficile periodo passi al più presto, nel messaggio di auguri dei frati minori di Treia. Per augurare buona Pasqua alla comunità hanno realizzato un simpatico video, in cui giocano a calcio, divulgato sui social network da padre Luciano Genga: "Anche quest’anno per augurarvi buona Pasqua...

di Gaia Gennaretti

Gioia e letizia, ma ovviamente anche speranza che questo difficile periodo passi al più presto, nel messaggio di auguri dei frati minori di Treia. Per augurare buona Pasqua alla comunità hanno realizzato un simpatico video, in cui giocano a calcio, divulgato sui social network da padre Luciano Genga: "Anche quest’anno per augurarvi buona Pasqua abbiamo pensato ad un video nella gioia, nella speranza. Pasqua significa ‘passaggio’ e noi siamo chiamati a passare da questo periodo un po’ difficile che stiamo vivendo da un anno, alla speranza che prima o poi, come i nostri tiri a calcio, possiamo tornare a giocare, a stare insieme, a rivivere tanti bei momenti con maggior entusiasmo di prima. Questo è il nostro augurio di Pasqua, che possiate vivere questi giorni nella grazia del Signore e illuminati dal Cristo risorto che ha dato la vita per la nostra salvezza, per la nostra speranza". La comunità dei frati minori, nei giorni scorsi, è stata anche al centro di polemiche, sempre sui social, lanciata da una cittadina indignata per il fatto che i fedeli possano assistere in presenza alle celebrazioni in regime di "zona rossa". Padre Luciano Genga si è quindi trovato costretto a specificare che la chiesa in legno del Santissimo Crocifisso non può accogliere più di 140 persone sulla base delle norme Covid stipulate dal governo italiano e la Cei, "le altre vengono invitate ad accomodarsi fuori della chiesa dove abbiamo istallato 2 altoparlanti". Alcune celebrazioni, peraltro, vengono direttamente fatte all’esterno nel giardino "con le dovute distanze e tutti con la mascherina". Oltre a questo, c’è anche la possibilità di assistere da casa: "Abbiamo sempre continuato a trasmettere tutti i giorni in diretta Facebook le nostre celebrazioni. Speriamo di ritornare al più presto alla normalità, ne abbiamo tutti bisogno".