(foto di repertorio)
(foto di repertorio)

Macerata, 10 febbraio 2019 – Tenta di derubare tabaccherie e altre attività commerciali ma, scoperto, si rifugia nella chiesa di Santa Croce dove i poliziotti lo sorprendono mentre cerca di arraffare i soldi dalla cassetta per le offerte. È accaduto ieri mattina. Tutto avrebbe avuto inizio quando il tizio, italiano, di circa 40 anni, con accento campano, è entrato in un’attività commerciale di via Spalato e ha cercato di distrarre il proprietario con una scusa. Non riuscendoci, si è diretto verso la zona della chiesa di Santa Croce. Intanto però era stato dato l’allarme e gli agenti di polizia sono passati ad avvertire i titolari dei vari negozi, dicendo loro di fare attenzione a un personaggio dal modo di fare un po’ strano, dall’accento campano, con una cuffia grigia in testa e un borsello nero a tracolla.

«Per fortuna i poliziotti erano passati ad avvertirci – racconta uno dei titolari della tabaccheria dello slargo davanti la chiesa di Santa Croce –, perché poi quel tizio si è presentato qui. Ha iniziato a fare domande alla titolare, prima cercando di distrarla, chiedendo di prendere un oggetto in alto, ma lei non ci è cascata, e poi chiedendo le sigarette».

«Siccome la titolare era consapevole di quali potevano essere le vere intenzioni di quel soggetto, non si è lasciata incantare e l’ha tenuto d’occhio tutto il tempo. A un certo punto, gli ha anche chiesto perché la stava guardando insistentemente, in modo strano. Quindi lui, probabilmente vistosi costretto a giustificare la sua presenza prolungata in tabaccheria, ha comprato le sigarette. Al momento di pagare, si è accorto però che gli mancavano dieci centesimi per raggiungere il costo del pacchetto, e, visto che la titolare li pretendeva, ha iniziato a dire che tutti cercano di derubarlo».

Dopo essere uscito dalla tabaccheria, il soggetto ha provato a «colpire» in altre attività, sempre in quel quartiere. Ma gli sarebbe andata male anche in queste. Allora è entrato in chiesa. Ma nel frattempo alcuni commercianti hanno visto dove era andato, e hanno subito chiamato la polizia. Pochi minuti dopo, gli agenti sono arrivati sul posto: entrando in chiesa, hanno trovato il 40enne con le mani nel sacco, o meglio, nella cassetta delle offerte: stava tentando di arraffare i soldi, ma per fortuna la cassetta sarebbe stata svuotata dai sacerdoti poco prima. A quel punto, il tizio è stato portato via. Non sarebbe la prima volta che l’uomo tenta di rubare in città: era già stato visto aggirarsi con strani atteggiamenti e aveva destato sospetti tra gli esercenti.