Gentilucci, il più votato d’Italia col 95%: "La sfidante? Rapporto collaborativo"

Terza vittoria di fila per il sindaco di Pieve Torina, con percentuali bulgare

Gentilucci, il più votato d’Italia col 95%: "La sfidante? Rapporto collaborativo"

Gentilucci, il più votato d’Italia col 95%: "La sfidante? Rapporto collaborativo"

Alessandro Gentilucci è il sindaco più votato d’Italia. Con il 95,12 per cento (633 voti) ha superato anche il neo-sindaco di Mesagne, città della provincia di Brindisi, Toni Matarrelli. Gentilucci si avvia quindi ad affrontare il terzo mandato da primo cittadino di Pieve Torina e detiene ancora anche la carica di presidente dell’Unione Montana di Camerino e di presidente dell’Ato 3.

Gentilucci, come si raggiunge un risultato simile?

"Con costanza, con l’impegno di tutti i giorni, con l’essere presente per ogni problema diventando un punto di riferimento. Le persone hanno riposto fiducia nella mia persona garantendo una affluenza alle urne (72,89%) maggiore di quella delle scorse elezioni e ha espresso un maggior numero di preferenze per la nostra lista. Io ho lo stesso entusiasmo del primo giorno, la stessa forza del giorno successivo al sisma".

Qual è il leitmotiv della sua amministrazione?

"Abbiamo investito nei giovani, in particolare nel settore turismo. Mi riferisco al percorso delle acque che fu un’intuizione di mio padre (Luigi, ex sindaco di Pieve Torina morto in un incidente stradale, ndr). Siamo partiti con il percorso Kneipp e quest’anno lanceremo un’ulteriore innovazione che rappresenta la nostra voglia di andare avanti e la capacità creativa tipica di quei luoghi dove non c’è più nulla. Abbiamo parlato di situazioni positive, siamo stati propositivi e abbiamo lavorato per creare posti di lavoro. Siamo riusciti in questa operazione che ha fatto sì che Pieve Torina fosse di nuovo in piedi e diventasse riferimento del territorio montano".

La sua sfidante, Maria Rosaria Caracciolo, è la stessa di cinque anni fa ma non sembra aver fatto davvero opposizione.

"Da quando ho sconfitto Cristallini, c’è stato sempre un rapporto collaborativo con l’opposizione. Continueremo su questa linea".

Ha già un’idea di come sarà composta la giunta?

"Ci saranno il vicesindaco e un assessore. Poi ci saranno un consigliere delegato all’urbanistica, e dei consiglieri con deleghe senza portafoglio per i rapporti con le associazioni, le pari opportunità e, in parte, la ricostruzione. Introdurremo la figura del presidente del consiglio comunale che sarà una donna".

Gaia Gennaretti