"Ci sono segnali di ripresa – riflette Lorella Schiavoni, responsabile marketing gruppo Autolux service Bmw Macerata–Honda Ancona –, ma è ancora tutto da vedere, in questo periodo la gente sta venendo in concessionaria e c’è un ritorno fisiologico di richieste dopo il periodo di chiusura, ma la questione è se in autunno ci sarà ancora una buona domanda". Il punto è tutto...

"Ci sono segnali di ripresa – riflette Lorella Schiavoni, responsabile marketing gruppo Autolux service Bmw Macerata–Honda Ancona –, ma è ancora tutto da vedere, in questo periodo la gente sta venendo in concessionaria e c’è un ritorno fisiologico di richieste dopo il periodo di chiusura, ma la questione è se in autunno ci sarà ancora una buona domanda". Il punto è tutto lì: dopo l’estate potrebbero farsi sentire a livello economico le conseguenze della crisi dettata dal coronavirus e allora è auspicabile che siano previsti dei bonus da parte dello Stato, se ne sta discutendo in Parlamento, perché il comparto non soffra ancora e perché si possa aiutare a rinnovare il parco macchine con soluzioni tecnologiche al passo con i tempi. "Sono graditi e molto importanti questi incentivi considerata la crisi che ha determinato una riduzione di circolazione del denaro. L’associazione nazionale concessionarie spinge per questo tipo di aiuti". Il segmento ibrido ed elettrico sta registrando l’interesse del pubblico. "Adesso sono presi più in considerazione, in questo periodo c’è attenzione per l’alimentazione elettrica ma soprattutto per l’ibrido". Ci sono degli aspetti imprescindibili garantiti solo dal contatto diretto con il veicolo per cui andare in concessionaria appare come un momento fondamentale, magari dopo avere chiesto informazioni sulla rete. "È interessante il discorso sul web – spiega Schiavoni – dove sono stati sviluppati dei processi che danno tantissime informazioni, i nostri consulenti riescono ad aiutare a distanza il cliente e a fornire in abbondanza materiale in diverso formato, però è molto rilevante l’emozionalità che si ha quando si vede, si tocca e si prova su strada la macchina, si tratta di un’esperienza che non può essere paragonata con nessun altro tipo di contatto, anche perché in questo modo si possono apprezzare di più determinate caratteristiche".