di Giuliano Forani Una scuola che guarda al futuro, progetta, realizza e prepara i ragazzi alla professione con competenza. Mentre la pandemia impazza e mette in forse l’attività scolastica in presenza, l’IIS Bonifazi pensa alla grande e addirittura anticipa il futuro, con un progetto ambizioso ed anche costoso. E’ stato presentato ieri dal dirigente Claudio Bernacchia, la vicepreside Daniele Patriarca, le professoresse Giuliana Compagnucci e Lionella Paterniti, alla presenza dell’assessore...

di Giuliano Forani

Una scuola che guarda al futuro, progetta, realizza e prepara i ragazzi alla professione con competenza. Mentre la pandemia impazza e mette in forse l’attività scolastica in presenza, l’IIS Bonifazi pensa alla grande e addirittura anticipa il futuro, con un progetto ambizioso ed anche costoso. E’ stato presentato ieri dal dirigente Claudio Bernacchia, la vicepreside Daniele Patriarca, le professoresse Giuliana Compagnucci e Lionella Paterniti, alla presenza dell’assessore ai servizi educativi e formativi Barbara Capponi, e di Enrica Bruni, responsabile della pinacoteca. Il progetto si estende a tutto il quinquennio dell’indirizzo Moda e si svilupperà attraverso i social influencer, media marketing e fashion; l’obiettivo è raggiungere ampie competenze e inserirsi nel mondo della moda con una preparazione specifica su aspetti che poi confluiscono nel prodotto finale. Una preparazione che parta dalla conoscenza storica di usi e costumi, dalla loro evoluzione e dalle motivazioni culturali, dal territorio, i colori, la fantasia e la creatività. Una scuola professionale e tecnica che allarga gli orizzonti e si inserisce nell’attualità utilizzandone gli strumenti e con sguardo attento ai mutamenti. "La moda è un settore vitale per il Paese – è il messaggio che lancia il Bonifazi – e i giovani che intraprendono questo percorso devono sin da subito saperne cogliere gli aspetti fondamentali per inserirsi nel fashion con competenza e fantasia". Questo chiedono le aziende del settore alle quali il Bonifazi intende dare risposte puntuali creando professionalità abili nel disegno, nell’estetica, grafica digitale, marketing, comunicazione e quant’ altro. Il progetto, coordinato dalla Compagnucci, da Lionella Paterniti e dalla vicepreside Daniela Patriarca, si svilupperà approfondendo marketing, social, progettazione grafica e digitale, disegno tecnico ma anche filosofia della moda, sociologia e fotografia, e si avvarrà anche di collaborazioni con docenti universitari. Gli studenti, inoltre saranno chiamati a conoscere la storia dell’Arte, la letteratura, i nuovi linguaggi. Insomma, una scuola che pensa in grande, il Bonifazi, in linea con i tempi che corrono veloci e chiedono sempre più nuove competenze, linguaggi adatti e professionalità ben formate. Il progetto gode del patrocinio del Comune, rappresentato nell’occasione dall’assessore Barbara Capponi. La pinacoteca comunale, attraverso la sua responsabile Enrica Bruni, darà la sua preziosa collaborazione.