Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Il rosso al semaforo è fasullo: tamponamenti in serie

Un’illusione ottica dà l’alt, ma l’impianto è spento. Raffica di incidenti all’incrocio

C’è un semaforo sulla provinciale per Jesi, al centro della frazione Mummuiola: installato una quindicina di anni fa dal Comune, funzionava col rosso a intermittenza per indurre a moderare l’andatura dei mezzi motorizzati, essendo consigliabile procedere con cautela. Ma da tempo è spento. Però, durante le giornate serene, si accende: quando, al mattino e nel pomeriggio inoltrato, il sole colpisce il quadrante e lo rende rosso, come se fosse in funzione. I cingolani sanno che quel rosso è fasullo, quindi transitando per Mummuiola, proseguono regolarmente. Invece chi viene dalla Vallesina ignora che quel rosso è reso vivido dal sole, perciò si arresta rispettando il segnale. Se l’auto che si ferma è tallonata da quella guidata da un cingolano (lui sa benissimo che il semaforo pende lì passivo), il quale frena soltanto all’ultimo momento, la macchina del forestiero rischia di subire o subisce il tamponamento. Per evitare ulteriore repliche di questo tipo di incidenti, è opportuno che il semaforo sia tolto o almeno coperto. Sul semaforo è anche installata una telecamera, una di quelle comunali di sorveglianza, che potrebbe restare dov’è se il semaforo fosse "bendato", per rendere invisibile quel rosso farlocco, e soprattutto per evitare che prosegua questa spiacevole serie dei tamponamenti. Gianfilippo Centanni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?