Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

Il veterinario Gianni Cammertoni lascia la direzione del mattatoio Pensione dopo una lunga carriera

Il dottor Gianni Cammertoni
Il dottor Gianni Cammertoni
Il dottor Gianni Cammertoni

La Pasqua ha portato il pensionamento per il dottor Gianni Cammertoni, personaggio non certo secondario della sanità maceratese, avendo ricoperto per tanti anni l’incarico di dirigente del servizio di igiene degli alimenti di origine animale. Laureatosi nel 1980 all’Università di Perugia in medicina veterinaria, si è specializzato in "ispezione degli alimenti di origine animale" e ha frequentato corsi di specializzazione sui prodotti della pesca, su gestione dei servizi di sanità pubblica veterinaria, sicurezza alimentare, tutela dei prodotti tipici locali, tecnica e controllo di prodotti alimentari, emergenze alimentari e sicurezza dei consumatori, partecipando anche a un master sulla sanità pubblica veterinaria. La volontà di frequentare anche corsi di aggiornamento lo ha portato a girare per mezza Italia, partecipando a eventi formativi in diverse città. Questa preparazione gli ha consentito di svolgere il compito di direttore del mattatoio di Villa Potenza in anni difficilissimi. La struttura infatti, costata nove miliardi, fu realizzata nel 1996 dal Comune di Macerata (col 67% delle quote), dalla Provincia e da altri nove Comuni (con quote minori). Fu gestita dal Cemaco (Centro macellazione comprensoriale), per essere poi ceduta nel 2005 alla gestione in affitto del Cozoma (Consorzio zootecnico maceratese), di cui è presidente Dino Carnevali. Sono stati anni difficilissimi, perché gli incassi non garantivano le spese e l’indebitamento era sempre più gravoso. Fortunatamente tutto intorno il mattatoio possedeva aree molto appetibili. E infatti la loro cessione ha garantito la sopravvivenza della struttura e ha anche favorito la realizzazione del centro fiere di Villa Potenza. Ora, quindi, è giunto il momento del pensionamento del dottor Cammertoni, ma chi lo conosce bene giura che un personaggio come lui non riuscirà mai a stare senza fare nulla. D’altra parte, un veterinario con le sue competenze non va lasciato senza fare nulla. Infatti, nella vita non si è occupato solo del mattatoio, ma ha fatto esperienze anche in altri campi, visto che è stato segretario del sindacato Siv e Mp, delegato provinciale Enpav e segretario dell’ordine provinciale dei veterinari. Ha tenuto corsi di igiene degli alimenti, igiene e legislazione alimentare alla Confcommercio, di tirocinio pratico agli studenti di medicina veterinaria Unicam, di formazione al personale addetto al trasporto e custodia di animali alla Confartigianato, e ha rappresentato i veterinari alla scuola di specializzazione in ispezione degli alimenti di origine animale della Università di Perugia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?