MATELICA "Restiamo completamente contrari ad impianti a forte impatto ambientale come quello fotovoltaico progettato sul confine comunale di Matelica e di Cerreto d’Esi, al bivio delle Piane, ma ora sta alla Provincia decidere, non essendo di nostra competenza purtroppo autorizzare...

MATELICA

"Restiamo completamente contrari ad impianti a forte impatto ambientale come quello fotovoltaico progettato sul confine comunale di Matelica e di Cerreto d’Esi, al bivio delle Piane, ma ora sta alla Provincia decidere, non essendo di nostra competenza purtroppo autorizzare l’installazione, nonostante la nostra contrarietà". A dichiararlo è il sindaco Massimo Baldini (nella foto) rispondendo a un’interrogazione della consigliera di minoranza Corinna Rotili nel corso della seduta consiliare tenutasi lunedì. Come sintetizzato dal primo cittadino, "l’ultima volta che abbiamo parlato di questo tema in sede consiliare è stato il 23 febbraio ed eravamo rimasti al fatto che l’ufficio Ambiente provinciale aveva richiesto alla società HydrowattShp srl di presentare la documentazione necessaria per sottoporre il progetto dell’impianto alla Via, la valutazione di impatto ambientale. Dopo però la HydrowattShp srl ha provveduto a presentare un nuovo progetto sotto la soglia dei parametri di legge previsti per la Via, con un impianto di 995,4 kW e in seguito a questa richiesta è intervenuta la conferenza dei servizi che ha richiesto ulteriore documentazione, per la quale siamo in attesa di risposta, sia noi amministratori di Matelica che quelli di Cerreto d’Esi, essendo tutto l’impianti progettato sul confine comunale lungo la strada provinciale Muccese. Certamente – ha concluso il sindaco – in attesa di una risposta, continueremo a manifestare la nostra contrarietà".

Matteo Parrini