di Giorgio Giannaccini "Nonostante abbiamo presentato la petizione lunedì mattina e chiesto un incontro col sindaco Roberto Mozzicafreddo, nulla è stato fatto. I due isolotti pedonali h24 non sono stati ancora tolti da corso Matteotti e l’amministrazione non si è degnata di fissarci un appuntamento. Intanto, gli incassi vanno a picco". A dirlo sono Ubaldo Traini di "Tutti Tipi", Alessandro Nicolli di "Frogs" e Giovanna Persico di "Grazia Pelletterie", portavoce dei 117 commercianti di Porto...

di Giorgio Giannaccini

"Nonostante abbiamo presentato la petizione lunedì mattina e chiesto un incontro col sindaco Roberto Mozzicafreddo, nulla è stato fatto. I due isolotti pedonali h24 non sono stati ancora tolti da corso Matteotti e l’amministrazione non si è degnata di fissarci un appuntamento. Intanto, gli incassi vanno a picco". A dirlo sono Ubaldo Traini di "Tutti Tipi", Alessandro Nicolli di "Frogs" e Giovanna Persico di "Grazia Pelletterie", portavoce dei 117 commercianti di Porto Recanati che hanno chiesto al Comune di rimuovere le due mini isole pedonali installate la settimana scorsa lungo corso Matteotti.

"Sono passati giorni ma l’amministrazione non si è mossa – sbottano i tre –. Da lunedì il sindaco Mozzicafreddo non ha ancora fissato una data per l’incontro che avevano chiesto in via urgente. Inoltre, a parte qualche aggiustamento alla viabilità, i due isolotti pedonali non sono stati rimossi. Non si può andare avanti in questo modo. Dal giorno che sono state istituite le due mini isole pedonali h24 i nostri incassi si sono dimezzati, se li raffrontiamo a quelli di luglio dell’anno scorso. Fa rabbia, perché a giugno avevano incassato più degli scorsi anni. E in tale momento non possiamo permetterci di non lavorare, dopo il lockdown di due mesi e mezzo. La verità è che ora il corso è deserto, e la mattina e il pomeriggio non si lavora. La nostra protesta rappresenta tutti i commercianti del centro, nessuno vuole fare politica ma solo cercare di poter lavorare bene e con tranquillità. Non è vero che abbiamo proposto noi tale idea, sul piatto c’erano diverse soluzioni rivolte al Comune".

"Per via di questo crollo del fatturato che si è registrato dalla settimana scorsa – aggiunge Traini –, chiederò ai proprietari dei locali dove ho i miei negozi di darmi più tempo per pagare l’affitto, perché sono in difficoltà". "Di questo passo – ammette Persico – mi toccherà mettere i dipendenti dei miei due negozi in cassa integrazione". "Se si voleva concedere più suolo pubblico a bar e pizzerie – osserva invece Nicolli – bastava anticipare la solita isola pedonale sul corso di un’ora, alle 20". Perciò, riprendono i tre, "andiamo avanti nella nostra battaglia, alla quale hanno aderito oltre 100 commercianti, per far levare subito i due isolotti pedonali e ripristinare la vecchia isola pedonale su tutto corso Matteotti, dalle 21.30 all’una di notte. Abbiamo anche intenzione di fondare un’associazione dei commercianti del centro per portare avanti le nostre istanze".