Eliambulanza e carabinieri sul posto
Eliambulanza e carabinieri sul posto

Tolentino, 6 settembre 2019 - Una ragazza di 19 anni stava facendo jogging all’aria aperta, in contrada Ributino a Tolentino, quando è stata travolta da un autocarro Ducato. Ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Torrette di Ancona. Ancora un incidente, in cui questa volta è rimasta coinvolta una ragazza che stava correndo sul bordo della strada. Ieri, verso le 17.30, in località Ributino, poco fuori dal centro abitato, il furgone con rimorchio condotto da un tolentinate, S. R. di 49 anni, per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della polizia locale, ha investito una ragazza, S. P. di 19 anni, sempre residente a Tolentino, mentre si stava allenando.

Secondo le prime ricostruzioni, il conducente non avrebbe visto la giovane in quanto abbagliato dal sole; i raggi gli avrebbero impedito di accorgersi della ragazza e quindi di frenare per tempo. Subito sono stati chiamati i soccorsi. Le condizioni della giovane, investita e finita nella vicina scarpata, sono subito apparse molto gravi, tanto che gli operatori sanitari del 118, arrivati subito sul posto, hanno allertato l’eliambulanza. Icaro è atterrato nel verde, in una radura vicina al luogo dove si è verificato l’incidente. Si sono fermati residenti e automobilisti di passaggio.

La 19enne è stata intubata prima della partenza dell’elicottero verso Torrette. Ha riportato una frattura del bacino e un’emorragia cerebrale. Ieri, intorno alle 21, si trovava in sala operatoria per essere sottoposta ad intervento.

A preoccupare è soprattutto l’emorragia cerebrale; la prognosi resta riservata. Per i rilievi di legge e per disciplinare il traffico è intervenuta una pattuglia della polizia locale di Tolentino. Sul posto anche i carabinieri della stazione locale; hanno anche loro controllato la viabilità e hanno sottoposto il conducente del furgone, sotto choc, ad etilometro. Il mezzo è stato sequestrato. Al vaglio degli agenti la sua posizione. Ieri sera hanno continuato ad ascoltare fino a tardi i testimoni per cercare di ricostruire l’esatta dinamica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA