Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Infortuni sul lavoro e malattie professionali, 470 indagini Asur nel 2022

Lucia Isolani dell’Asur
Lucia Isolani dell’Asur
Lucia Isolani dell’Asur

La sicurezza sul lavoro inizia dalla scuola. Su questo presupposto si fonda il progetto annunciato dal prefetto Flavio Ferdani ieri, in occasione della giornata per la sicurezza nel lavoro. Il progetto coinvolge l’ispettorato del lavoro, l’Asur e le forze dell’ordine. "Da un lato servono controlli nei luoghi di lavoro, dall’altro le scuole non possono rimanere esenti da questo tema: ci vogliono interventi programmati perché chi si affaccia al mondo del lavoro abbia una cultura della sicurezza". "Anche la scuola è un luogo di lavoro – ha aggiunto il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, Roberto Vespasiani – e sono lavoratori gli studenti. Nel corso dell’anno appena trascorso, due giovanissimi hanno perso la vita in attività didattica di alternanza scuola-lavoro; è straziante che un ragazzo possa perdere la vita in una attività scolastica. Non bisogna lesinare gli sforzi per far sì che i giovani abbiano contezza della loro necessità di proteggersi". "Facciamo già 12 ore di formazione sul tema con gli studenti del terzo anno – ha detto Roberta Ciampechini, dirigente del liceo scientifico e dell’Ite –. Parliamo di regole e sanzioni, al liceo di stress lavoro correlato, all’Ite dei rischi meccanici connessi ai macchinari. Le lezioni coinvolgono il nostro responsabile per la sicurezza, ma se le facesse l’Asur ci sarebbe il punto di vista medico". E l’Asur si è detta pronta a partire: "Il 2022 – ha spiegato la dottoressa Lucia Isolani, dirigente del servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro – è iniziato per noi con 230 indagini per infortuni e 240 per malattie professionali, ma non facciamo solo vigilanza. Puntiamo moltissimo sullo sviluppo della cultura della prevenzione. A scuola, possiamo far sì che la cultura della sicurezza sia nel Dna dei futuri professionisti. Da settembre siamo pronti a iniziare". "I dati – ha confermato il direttore dell’Ispettorato del lavoro, Andrea Fiordelmondo – mostrano un raddoppio di infortuni. È importante partire dalla scuola".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?