Solo a Macerata è scattato lo stop alle vaccinazioni per i professori, almeno fino a domenica scorsa. Il 10 aprile il commissario straordinario Figliuolo aveva fermato la vaccinazione per il personale scolastico, ritenendo prioritario procedere per fasce d’età. Dopo questa decisione, a Macerata sono state interrotte le procedure per docenti e amministrativi. Ma nel resto delle province, comprese le altre marchigiane, lo stop non è stata così rigorosa. "Fino a domenica – spiega il segretario provinciale dello Snals Ugo Barbi – ad Ancona continuavano a somministrare i vaccini al personale scolastico che si era prenotato, e così a quanto mi risulta facevano ovunque. L’unica eccezione credo sia stata Macerata. Ma io credo che abbiano avuto ragione gli altri. Ora comunque, anche in seguito a qualche protesta, si sono fermati tutti e anche ad Ancona, a quanto so, hanno interrotto la profilassi per il mondo scolastico. È un peccato, perché molti speravano di potersi vaccinare ora, e perché tra gli insegnanti sta crescendo la paura considerando anche che si è abbassata l’età dei ricoverati".