La Cna: investimento minimo da abbassare

"Inutile pubblicare bandi che prevedano investimenti di centinaia di migliaia di euro. Gli artigiani e i piccoli imprenditori non fanno mai il passo più lungo della gamba": è quanto afferma Maurizio Trittarelli, presidente Cna Macerata. Da alcuni anni, infatti, sono disponibili fondi pubblici per le imprese della regione Marche, soprattutto provenienti da Bruxelles, ma le restrizioni e la pubblica amministrazione tagliano fuori le piccole. "Come Cna abbiamo aiutato più di tremila imprese. Uno sforzo enorme per assistere le micro e piccole aziende e chi non si può permettere di avere progettisti professionisti, a partecipare alle agevolazioni e opportunità di finanziamento" aggiunge Trittarelli. La Cna Macerata chiede però un cambiamento per la nuova stagione che si sta aprendo con i fondi del Pnrr: "Quello che diciamo è di tener conto di come è composto il tessuto produttivo nella nostra regione, fatto per il 98% da micro e piccolissime imprese ed è forse proprio per questo che ancora resistiamo. Abbiamo bisogno di piccoli aiuti per fare investimenti mirati, che abbiamo chiari in mente e che abbiamo ben pianificato da tempo. In primo luogo, stiamo chiedendo di abbassare l’asticella dell’investimento minimo richiesto e quindi di allargare la platea delle imprese beneficiarie".