L’ateneo piange Migliori: "Un grande della filosofia"

Docente a Macerata dal 1991 al 2015, aveva ottant’anni. Il funerale a Cantù .

L’ateneo piange Migliori: "Un grande della filosofia"

L’ateneo piange Migliori: "Un grande della filosofia"

Profondo cordoglio all’Università di Macerata e tra i numerosi ex studenti per la morte, venerdì, del professor Maurizio Migliori, docente di storia della filosofia fino al 2015. "A nome della comunità accademica e mio personale – sono le parole del rettore John McCourt –, esprimo il più profondo dolore per la scomparsa del professore Maurizio Migliori, uno dei più illustri membri della Scuola filosofica maceratese, docente di riconosciuta competenza e grande passione che ha conquistato tanti giovani allo studio della filosofia. L’ateneo tutto si unisce commosso al lutto della famiglia". Nato nel 1943, laureatosi in filosofia con lode alla Cattolica di Milano, dove ha conseguito la specializzazione, Migliori ha insegnato all’Università di Macerata dal 1991 al 2015, con numerosissime pubblicazioni in particolare su Platone. Anche il direttore del dipartimento di studi umanistici Roberto Mancini esprime il suo cordoglio: "Maurizio Migliori è stato non solo un grande conoscitore di Platone, ma anche un insegnante appassionato, amatissimo da chiunque abbia frequentato le sue lezioni. Ha fondato una Scuola maceratese di storia della filosofia antica che si segnala per la fecondità scientifica e l’apporto originale dato alla Scuola di Tübingen-Milano negli studi platonici. Al pensionamento, scrisse che il suo lavoro non sarebbe rimasto nei libri, perché si sarebbe sviluppato "nella viva intelligenza di altre persone, che aprono il discorso ad esiti che un vecchio non può nemmeno prevedere, ma che altri utilizzeranno per la loro crescita umana e culturale". Maurizio continua a mantenere la parola. Esprimo alla famiglia la vicinanza e la riconoscenza di tutto il nostro dipartimento". Il funerale sarà a Cantù, in provincia di Como, domani alle 10 nella chiesa di San Michele.