Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Le fatture erano vere: imprenditore assolto

20 mag 2022

Era stato accusato di aver messo in piedi un’evasione fiscale milionaria, e in un attimo si era visto sequestrare la casa, i conti correnti e le quote societarie. Ma in tribunale è riuscito a dimostrare la sua completa innocenza ed è stato assolto con la formula più ampia. Un sospiro di sollievo ha tirato Pietro Campolungo, legale rappresentante della società Solaris Sport di Civitanova. Nel mirino della Guardia di finanza era finita la documentazione fiscale relativa agli anni tra il 2011 e il 2014. Secondo l’accusa, l’imprenditore avrebbe utilizzato la società con sede in via Valletta per emettere una raffica di fatture per operazioni inesistenti, in merito a vendite all’estero che non sarebbero mai avvenute, per un totale imponibile complessivo di 11 milioni e 800mila euro, e per due milioni e 472mila euro di Iva; queste fatture sarebbero servite poi ad altri per evadere le tasse. Inoltre, per evadere anche lui l’imposta sul valore aggiunto, nel settembre del 2012 avrebbe indicato nella sua denuncia dei redditi elementi attivi inferiori rispetto a quelli reali, e in questo modo avrebbe risparmiato 621mila euro di Iva. Nel 2013 avrebbe utilizzato lo stesso stratagemma, riuscendo a non pagare altri 599mila euro di Iva. Nel corso del processo però l’imprenditore, difeso dagli avvocati Massimiliano Fraticelli e Andrea Tassi, ha dimostrato che le fatture riguardano operazioni reali e vere, e cioè vendite ad attività in Inghilterra che risultavano del tutto regolari, o che comunque che tali sembravano alla società civitanovese: non si trattava di fatture false. Dopo aver sentito tutti i testimoni il giudice Federico Simonelli, accogliendo la tesi difensiva, ha assolto l’imprenditore con la formula più ampia, "perché il fatto non sussiste". Anche il pm Francesca D’Arienzo aveva chiesto l’assoluzione dell’imputato. La sentenza arrivata ieri è stata una liberazione per Campolungo e i suoi 80 dipendenti, che in questi anni hanno fatto quadrato intorno alla società.

Paola Pagnanelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?