SEBASTIANO VEROLI
Cronaca

Ast 3: il nuovo direttore generale è Marco Ricci, manager lombardo

La giunta regionale ha preferito una soluzione ’esterna’. Il manager 55enne vanta un ricco curriculum. Coacci e Corsi i nomi per gli altri due posti vacanti

Il palazzo della Regione, la giunta regionale come direttore dell'Ast ha preferito una soluzione ’esterna’; nel tondo, Marco Ricci

Il palazzo della Regione, la giunta regionale come direttore dell'Ast ha preferito una soluzione ’esterna’; nel tondo, Marco Ricci

Macerata, 11 novembre 2023 – Marco Ricci, 55 anni, attuale direttore amministrativo dell’Azienda socio sanitaria territoriale (Asst) Rhodense, afferente all’Ats della Città Metropolitana di Milano, è il nuovo direttore generale dell’Ast di Macerata.

Lo ha nominato ieri sera la giunta regionale, ad oltre un mese di distanza dalle dimissioni di Daniela Corsi, esautorata da una sentenza della terza sezione Lavoro del Tribunale di Roma, che l’ha esclusa dall’elenco degli idonei a dirigere un’azienda sanitaria.

La nomina ha fatto piazza pulita dei diversi nomi circolati nei giorni scorsi e, probabilmente, è avvenuta, oltre che sulla base di una riconosciuta professionalità, anche per evitare di ’toccare’ i difficili equilibri nella sanità marchigiana.

Di sicuro Ricci vanta una consolidata esperienza nella gestione della sanità, e anche un ricco curricolo. Solo per citare gli ultimi incarichi, dal 16 novembre 2011 fino al 31 dicembre 2015, è stato direttore amministrativo, responsabile dell’Unità operativa complessa approvvigionamenti e logistica dell’Asl Milano 2 (ora Ats Città Metropolitana) e, poi dal 2016 ad oggi direttore amministrativo dell’Asst Rhodense, che comprende il territorio e le strutture sanitarie e sociosanitarie degli ex distretti Asl di Rho, Garbagnate e Corsico, oltre alla strutture ospedaliere dell’ex Azienda "Guido Salvini".

Laurea in Giurisprudenza, nel curriculum, oltre ad incarichi e attività di consulenza svolte in passato in aziende di diversi settori, si trovano un corso di formazione manageriale per direttore di azienda sanitaria, un corso alla Bocconi su misurazione e governo dei costi in sanità; un corso di Management per la direzione delle organizzazioni sanitarie diversi master di secondo livello inerenti alla sanità e all’amministrazione pubblica.

Le regole prevedono che spetta al direttore generale nominare il direttore amministrativo e il direttore sanitario. Forse nel primo ruolo sarà confermato Milco Coacci, che per circa un mese ha coperto ad interim anche il ruolo il direttore generale. Il secondo, invece, è un posto vuoto da mesi.

Non è escluso che Ricci, possa chiamare ad occuparlo la ex direttrice Corsi (che nel frattempo è tornata al suo lavoro di anestesista-rianimatore), come qualcuno sostiene, ma non c’è nulla di scontato: la decisione spetta solo a lui. In ogni caso l’Ast di Macerata ha una nuova guida che, visti anche i tempi difficili della sanità, era quanto mai urgente.