Maria Grazia Capulli, volto del Tg2
Maria Grazia Capulli, volto del Tg2

Camerino (Macerata), 23 ottobre 2015 – Una folla commossa ha salutato questa mattina la giornalista del Tg2 Maria Grazia Capulli, morta mercoledì a soli 55 anni dopo una lunga malattia. Gremita la Chiesa di Santa Maria in Via, tanto che la gente è dovuta restare fuori. A celebrare il rito funebre (FOTO) l’Arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro. «Maria Grazia ha saputo trasformare la sua personalità in positività, nel suo amato lavoro, sempre alla ricerca del bene» ha detto.

Commosso il ricordo del fratello Angelo. «La sua perdita è assurda e inconcepibile – le sue parole alla fine della funzione – in questi giorni ho trovato tanti fratelli e sorelle, tantissima gente ha partecipato al nostro dolore. Maria Grazia è stata un esempio per tutti, la rivedrò in ogni arcobaleno, nel sole delle mattine, in ogni fiore».

A salutarla gli amici di sempre, i compagni di scuola, alcuni colleghi giunti da Roma, molti conoscenti e tanti che la seguivano in televisione, nel suo lavoro e nelle sue rubriche, tra cui «Tutto il bello che c’è». Con loro, le autorità civili e militari, i colleghi della Polizia Stradale dove prestò servizio il padre Giovanni e l’amministrazione comunale.

Sentito il ricordo del sindaco di Camerino Gianluca Pasqui: «Camerino ha perso una delle sue figlie più illustri – ha detto – l’esempio che con la determinazione e l’amore vero per il proprio lavoro si possono ‘attraversare’ queste nostre montagne e raggiungere i propri sogni. Non mi rimane, come uomo e come sindaco, di aggiungere una sola parola per lei, grazie». Un lungo applauso ha accompagnato il feretro all’uscita del santuario. E’ stata tumulata nel cimitero di Valcimarra di Caldarola, nella cappellina di famiglia, affianco all’amato padre.