Michelini: allagamenti frequenti, grave criticità

"Gli organi competenti devono prendersi le loro responsabilità, è una questione igienico-sanitaria".

Michelini: allagamenti frequenti, grave criticità
Michelini: allagamenti frequenti, grave criticità

Nuova emergenza all’Hotel House di Porto Recanati, dove a causa della forte pioggia di venerdì si sono allagati i garage sotterranei e il locale delle caldaie. Per questo motivo, verso le 19, sono dovuti intervenire con delle pompe idrovore gli uomini del gruppo comunale e regionale di Protezione civile e i vigili del fuoco del distaccamento di Civitanova per rimuovere l’accumulo d’acqua, alto circa mezzo metro. Sul posto sono accorsi poi i militi della Croce Rossa di Porto Recanati, la Polizia municipale, i carabinieri della locale caserma e il personale dell’ufficio igiene dell’Ast. A prendere parte alle operazioni c’era anche il sindaco Andrea Michelini. Alla fine, verso l’una, la situazione è stata risolta con la rimozione di tutta l’acqua. Ma purtroppo non è la prima volta che si verificano episodi del genere nel maxi condominio. E proprio il sindaco Michelini sottolinea il suo disappunto. "Venerdì mattina, avevo chiesto per l’ennesima volta alla Prefettura di aprire un tavolo tecnico sulla questione – dice Michelini -. E’ chiaro che tutti gli organi competenti devono prendersi le proprie responsabilità. Infatti, ogni due settimane, come se ci fosse un orologio, si ripetono gli allagamenti. Qui c’è una grave criticità igenico-sanitaria. Ho contattato l’amministratrice condominiale uscente, ma non si è presentata. Il problema è che nel palazzo c’è ora una lotta interna per accaparrarsi la gestione del condominio, e a rimetterci è la città. Negli anni è stato mandato qua il leader della Lega, Matteo Salvini, che ai tempi parlava di buttare giù il palazzone con le ruspe, senza avere rispetto per le donne e i bambini che abitano dentro all’Hotel House. Ma questa non è sicuramente la soluzione per risolvere i problemi strutturali, di gestione e sovracomunali del condominio multietnico".