Miliozzi: una targa per ricordare Jacovitti e gli studi maceratesi che ha tenuto nel cuore

In occasione del centenario della nascita di Benito Jacovitti, un consigliere comunale propone di ricordare il rapporto tra l'illustratore e Macerata con una targa celebrativa. Un modo per valorizzare l'artista e mettere in risalto la formazione di tanti artisti nella città.

Una mozione in Consiglio, per una targa che ricordi Benito Jacovitti e il suo rapporto con Macerata. L’ha depositata David Miliozzi, consigliere della lista civica ’Macerata Insieme’. Nel testo, Miliozzi ricorda che quest’annno ricorre il centenario della nascita del celebre illustratore, che in città frequentò la Scuola d’arte e che in più occasioni ricordò i suoi studi maceratesi. Di questa sua fase della vita, si dà atto anche nella mostra in corso a Roma. "La quarta commissione – ricorda Miliozzi – in sintonia con l’assessore alla Cultura ha condiviso unanimemente la volontà di valorizzare l’artista. E il liceo Artistico di Macerata in collaborazione con l’Università e il festival ’Macerata Racconta’, sostenuto dall’amministrazione, ha organizzato l’evento ’100 anni di Jacovitti’, nella biblioteca Statale". Alla luce di questo, il consigliere comunale chiede all’amministrazione di impegnarsi per ricordare con una targa questo artista. "Con il precedente preside del liceo artistico, Claudio Mengoni, e con Ermenegildo Pannocchia, trovammo il modo di aprire la vecchia cassaforte della scuola, trovando un vero tesoro - ricorda Miliozzi -. C’erano le pagelle di Dante Ferretti, di Valeriano Trubbiani e anche di Benito Jacovitti. Questo genio dell’illustrazione trascorse qui anni cruciali per la sua formazione, non possiamo dimenticarlo. L’assessore Cassetta si era molto interessata all’epoca, ora manca il momento decisivo: diamo concretezza alla volontà di ricordare il rapporto tra Jacovitti e Macerata, con una targa celebrativa, la cosa più semplice. È rilevante che di qui siano passati tanti artisti, e dobbiamo metterlo in risalto".