I soci del Rotary di Macerata sono tornati «a riveder le stelle» dopo la pandemia
I soci del Rotary di Macerata sono tornati «a riveder le stelle» dopo la pandemia
Il Rotary è tornato a "riveder le stelle", riunendosi all’aperto nella sede della Filarmonica, per festeggiare Mirella Staffolani, nuova presidentessa per l’anno sociale 2021-2022. È stata l’occasione per fare il punto sull’anno trascorso, "un anno difficile, praticamente gestito tutto o quasi online – ha detto...

Il Rotary è tornato a "riveder le stelle", riunendosi all’aperto nella sede della Filarmonica, per festeggiare Mirella Staffolani, nuova presidentessa per l’anno sociale 2021-2022. È stata l’occasione per fare il punto sull’anno trascorso, "un anno difficile, praticamente gestito tutto o quasi online – ha detto il presidente uscente, Stefano Cudini –, ma caratterizzato da costante impegno, pur calibrato alle esigenze imposte dalla pandemia". Tra le iniziative, sono state citate la partecipazione alla "Colletta alimentare" assicurata con le spese di club e soci, l’acquisto di materiale sanitario per l’Ircr e di giocattoli per rallegrare le feste di Natale di molte famiglie assistite dalla Croce Rossa; la partecipazione al progetto di rigenerazione dei pc, forniti agli studenti per consentire di fruire della didattica a distanza; la fornitura di tablet a vari istituti scolastici e la rinnovata campagna di sensibilizzazione per un uso responsabile dell’acqua". L’auspicio, condiviso sia da Cudini che da Staffolani, è che compatibilmente con le misure e i tempi imposti dall’emergenza, molto altro si possa fare nei prossimi mesi. Particolarmente importante, al riguardo, è l’avvio del progetto di telemedicina, promosso dall’intero Distretto Rotary 2090, che a Macerata già ha avuto l’adesione di vari medici, in particolare del dottor Paolo Accattoli e del dottor Francesco Angerilli. Con l’occasione è stato possibile dare personalmente il premio Tandoi ai maestri artigiani Nazareno Latini (sartoria), Luigi Ricci (fotografia) e poi Giuseppe Verdenelli (arte orafa).