Molti abitavano in riviera

Ecco chi sono i soggetti finiti nell’inchiesta. A giorni gli interrogatori di garanzia

Ecco chi sono i soggetti finiti nella maxi inchiesta sullo spaccio portata a termine dalla Procura distrettuale antimafia e dalla Guardia di finanza.

La misura cautelare in carcere è stata disposta dal tribunale nei confronti di Erjon Arkaxhiu, residente a Civitanova, di Arjan Ndoka, residente a Porto Recanati, poi Klenis, Renato ed Etmond Qevani e Kleon Mema, tutti e quattro residenti a Porto Sant’Elpidio, poi ancora Roland Hysollari, residente ad Altidona, Sokol Sallaku residente a Chiaravalle, Elidon Shkalla residente ad Alatri, e Ferdinando Bongiovanni, svizzero residente a Sant’Elpidio a Mare.

Alcuni di questi soggetti sono stati fermati in zona, altri all’estero. Tutti andranno a Montacuto, a disposizione dell’autorità giudiziaria dorica che ha condotto le indagini sul narcotraffico internazionale. Nei prossimi giorni saranno fissati gli interrogatori di garanzia, nei quali potranno dare la loro versione in merito alle accuse mosse contro di loro.

La stessa misura in carcere era stata chiesta dalla procura anche per Gentian Arkaxhiu, Ramona Cudur, Vojislav Curcic, il campano Tommaso Sannino e la svizzera Adele D’Avino, tutti residenti a Civitanova, poi per Marjana Strambovschi residente a Macerata, Roland Hysollari, residente ad Altidona, Vincenzo Luppo, napoletano residente a Fano, e in Albania Andi Hylviu e Geri Skilja; ma nei confronti di questi ultimi la richiesta non è stata accolta, in alcuni casi per motivi di competenza territoriale.