Una prova dell’accensione delle luci

Macerata, 10 settembre 2018 - Conto alla rovescia per la cerimonia di inaugurazione della nuova illuminazione del Monumento ai Caduti in piazza della Vittoria. Venerdì, alle 21, infatti verranno mostrare le nuove luci bianche al lede che vogliono rendere ancora più suggestivo uno dei simboli della città.

La nuova illuminazione rappresenta l’ultimo step del progetto Mac Light promosso dal Rotary Club Matteo Ricci attraverso un bando rivolto a studenti e neo laureati delle scuole di light design vinto da Francesco Montironi e Sara Iacoponi dell’Accademia di Belle Arti. La realizzazione del progetto esecutivo per la nuova illuminazione del monumento è stata a cura del Comune mentre gli affidamenti hanno coinvolto le ditte Mariani srl, Besser srl e Rema Tarlazzi spa.

L’intervento – che ha visto l’utilizzo di lampade lineari al led per gli archi, strisce al led per le scale e i cornicioni, due proiettori per ognuna delle cinque statue, 8 per le colonne, 2 per l’ara centrale e 2 per i portoni laterali al monumento - ha comportato una spesa di 60mila euro di cui 50mila sono risorse comunali mentre i restati 10 sono stati finanziati dal Rotary Club Matteo Ricci.

«Con questo intervento - afferma l’assessore ai Lavori pubblici, Narciso Ricotta - sono state valorizzate le conoscenze acquisite dagli studenti del corso di Light design dell’Accademia. Il progetto, tramite la borsa di studio del Rotary, non è rimasto sulla carta ma il Comune ha provveduto a realizzarlo e grazie alla sinergia tra le due istituzioni coinvolte e il club service è stato raggiunto un risultato concreto e positivo di cui ne beneficerà tutta la città».

Alla cerimonia di venerdì sono previsti interventi del sindaco Romano Carancini, dell’assessore Ricotta, della direttrice dell’Accademia, Paola Taddei, del presidente del Rotary Club Matteo Ricci Leonardo Archimi, di Adolfo Guzzini dell’Azienda Iguzzini Illuminazione, nelle vesti di presidente onorario della commissione che ha visionato e selezionato i progetti di Mac Light e dei due progettisti vincitori Francesco Montironi e Sara Iacoponi.