Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 lug 2022
24 lug 2022

Morto dopo il volo col parapendio Martedì il commosso saluto a Pascucci

24 lug 2022

E’ stato fissato per martedì, alle 10, nella chiesa dello Spirito Santo di Tolentino, l’ultimo saluto al 59enne Angelo Pascucci, dipendente del Cosmari e papà di due figlie, precipitato venerdì col parapendio sul monte Vettore. La tragedia è avvenuta ad Arquata del Tronto ed è stata effettuata l’ispezione all’obitorio dell’ospedale di Ascoli Piceno. La salma sarà accompagnata alla sala del commiato Terracoeli domani mattina alle 8. In queste ore la comunità si è stretta forte alla moglie Gessica, alle figlie (di 19 e 11 anni), alla sorella Fabiola e a tutta la famiglia. Centinaia e centinaia i messaggi di affetto, nel ricordo di Angelo. "…quando il vento sarà favorevole, dovrai camminare in avanti, senza correre e senza fermarti, solo pochi passi, poi sentirai uno strappo alle spalle; continua tranquilla, e sei in volo…". Parlavi della tua passione in modo preciso e meticoloso quale eri nella nostra ultima "Pascucciata" – ricorda con affetto una sua grande amica, Lucia -. Descrivevi come un sogno la bellezza della libertà, pura felicità carica di adrenalina. Solo, con i tuoi pensieri nel cielo, con il sole più vicino in quel paradiso tra le montagne. È così che hai spiccato il volo ed è così che ti immaginiamo. Vola vegliando sulle tue figlie, su Gessica, sulla tua famiglia e sui tuoi cari amici. Ti ricorderemo sempre bello, dallo sguardo profondo e dagli occhi cerulei pieni di mille parole". "Angelo sarà davvero un angelo che vi guarderà da lassù e vi proteggerà tutte e tre", aggiunge un’altra concittadina rivolgendosi alla moglie e alle figlie. "Aveva la passione del parapendio. Ed era pieno di vita, con un grande cuore", scrive un altro. Secondo le ricostruzioni, Pascucci, partendo da Forca di Presta, aveva raggiunto la montagna da cui si è lanciato. Qualcosa però deve essere andato storto: il suo volo sarebbe finito infatti con uno schianto sulla parete est del Vettore fra Montegallo e Arquata.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?