Morto improvvisamente a 63 anni, Cingoli piange la scomparsa di Stefano Fabrizi

La morte di Stefano Fabrizi, 63 anni, ha destato un'intensa partecipazione emotiva a Cingoli. Oggi alle 16 il funerale nella chiesa di Sant'Esuperanzio. Ricordato per aver gestito l'autolavaggio e l'amante del ciclismo.

Morto improvvisamente a 63 anni, Cingoli piange la scomparsa di Stefano Fabrizi

Morto improvvisamente a 63 anni, Cingoli piange la scomparsa di Stefano Fabrizi

Ha destato un’intensa partecipazione emotiva a Cingoli la morte di Stefano Fabrizi (nella foto) morto l’altro ieri a 63 anni. Aveva accusato un improvviso malore in casa e con l’automedica del 118 era stato trasportato all’ospedale di Jesi in cui ha cessato di vivere. Lascia la mamma Marcella, la sorella Fiorella, il fratello Roberto, la cognata Roberta, la nipote Giulia, i numerosi parenti. Il funerale verrà celebrato oggi alle 16 nella chiesa di Sant’Esuperanzio. Dopo il rito, la salma sarà tumulata nel cimitero cittadino. Fabrizi è ricordato per aver gestito col padre Mario e per tanti anni, il distributore di carburanti e l’autolavaggio situati all’inizio di Via Sant’Esuperanzio, poi tempo fa disattivati. Appassionato di ciclismo, è stato a lungo tra i dirigenti dell’Avis Bike Club Cingoli.

g. cen.