Mostra su Sante Monachesi Asse artistico con Parigi

Più di 60 opere che testimoniano la particolarità di uno dei fondatori del gruppo futurista nelle Marche. Cassetta ringrazia la figlia per la donazione .

Mostra su Sante Monachesi  Asse artistico con Parigi

Mostra su Sante Monachesi Asse artistico con Parigi

"Monachesi torna nella sua città". Lo ha detto la figlia Donatella poco prima del taglio del nastro della mostra sul padre, tra i fondatori del Gruppo futurista Buccioni nelle Marche. È stata inaugurata nelle sale dei musei civici di Palazzo Buonaccorsi la mostra "Sante Monachesi tra Macerata e Parigi" (29 giugno24 settembre) che racconta il legame del celebre artista maceratese con Parigi. Il visitatore percorrerà attraverso più di 60 opere, tra disegni e pitture, gli anni in cui l’artista lascia la sua città per Parigi presentando una serie di documenti d’archivio, foto, lettere, sculture, disegni inediti, dipinti, alcuni dei quali esposti nella galleria Silvagni nel 1950 e che ritraggono i famosi "Muri ciechi", opere pittoriche in cui Monachesi trasforma e reinterpreta i profili ciechi delle facciate parigine, chiaro esempio del "minimalismo dell’autore", come detto da Maurizio Faraoni, curatore della mostra.

Donatella Monachesi ha donato otto opere del padre alla città. "È un esempio – ha sottolineato l’assessore Katiuscia Cassetta – di generosità, senso civico e di appartenenza alla città, ognuno dovrebbe essergliene riconoscente". Le otto opere occuperanno una sezione dell’esposizione in stretto dialogo con la collezione permanente del Novecento. "È una mostra – ha detto il sindaco Sandro Parcaroli – fortemente voluta perché rende omaggio a un personaggio che ha lasciato una profonda traccia nell’arte". È un’esposizione che si inserisce in un percorso. "Con questa mostra – aggiunge l’assessore Cassetta – si chiude un importante ciclo espositivo triennale dedicato al Secondo Futurismo che ha visto già celebrare l’attività di Tullio Crali e Wladimiro Tulli". Per approfondire la conoscenza del poliedrico e geniale artista Sante Monachesi, altre sue opere possono essere ammirate in contemporanea a Civitanova Alta alla Pinacoteca Civica Moretti e a Macerata al Museo del Novecento di Palazzo Ricci a partire dalla metà di luglio. Alla presentazione sono intervenuti anche Francesca Barbi Marinetti, nipote di Filippo Tommaso Marinetti, e Federico Mollicone, presidente commissione cultura della Camera, che ha annunciato di venire a Macerata per visitare la mostra.