"Molti enti locali stanno adottando unilateralmente atti che di fatto cancellano il lavoro agile negli uffici pubblici. Per Cgil, Cisl e Uil, invece, questa forma di organizzazione del lavoro è una reale opportunità che può rendere più snella ed efficiente la pubblica amministrazione in un’ottica di rinnovamento". Secondo i sindacati, lo smart working va prorogato. "La cancellazione unilaterale – proseguono le organizzazioni del pubblico impiego – rischia di minare alla base il sistema i relazioni sindacali vigente e fa arretrare pericolosamente il percorso di rinnovamento iniziato".