Nuova area commerciale a Fiastra: 420mila euro per la realizzazione

Firmato il decreto che stanzia il contributo. Sarà un luogo multifunzionale.

Il commissario speciale per la ricostruzione firma il decreto per la nuova area commerciale di Fiastra. Il commissario Guido Castelli hai trasferito 420mila euro, su circa tre milioni complessivi, all’Ufficio speciale per la ricostruzione della nuova area commerciale del comune di Fiastra. Un intervento che era compreso nell’ordinanza speciale dedicata a questo comune, che prevede uno stanziamento complessivo di 9,8 milioni di euro. Il progetto per l’area commerciale prevede due fasi distinte, con l’obiettivo non solo di ripristinare ciò che è stato danneggiato, ma anche di migliorare e arricchire lo spazio pubblico per la comunità.

La prima fase dell’intervento prevede la ricostruzione dell’edificio lesionato dal sisma, che si trova nell’area, così da restituire alle attività commerciali un luogo stabile e sicuro in cui operare. La seconda fase dell’intervento si concentrerà sulla rigenerazione dello spazio pubblico urbano, rendendo l’area un luogo accogliente e multifunzionale. Sono inclusi nel piano di rigenerazione nuovi parcheggi e l’integrazione di zone di interscambio fra mobilità lenta e tradizionale. Un elemento chiave di questo piano è anche lo smontaggio e la ricollocazione dei moduli provvisori che attualmente ospitano le attività commerciali delocalizzate dopo il terremoto, che non subiranno disagi a causa dei lavori. Il finanziamento del commissario coprirà diversi aspetti del progetto, dalla ricostruzione dell’edificio preesistente alla rigenerazione dello spazio pubblico. "La sinergia con il presidente Francesco Acquaroli e l’Ufficio speciale per la ricostruzione delle Marche – afferma Castelli – ha permesso di accelerare i processi e di imprimere un decisivo cambio di passo alla ricostruzione nei territori colpiti dal sisma del 2016. Vogliamo garantire interventi efficaci e rispondenti alle reali necessità delle comunità. La ricostruzione di Fiastra rappresenta un esempio concreto di come l’impegno congiunto delle istituzioni possa tradursi in risultati tangibili, a beneficio delle popolazioni e del tessuto economico locale".

Gaia Gennaretti