Macerata, 20 luglio 2018 - Per un paio d'ore, Innocent Oseghale ha risposto alle domande della procura sull'omicidio della diciottenne romana Pamela Mastropietro, avvenuto lo scorso 30 gennaio a Macerata. In carcere dal 31 gennaio con l'accusa di essere stato lui a ucciderla, farla a pezzi, dissanguarla e lasciarla in due trolley sul bordo di una strada di campagna, questa mattina il nigeriano ha confessato su alcuni passaggi dicendosi però innocente per l'omicidio.

LEGGI ANCHE Le intercettazioni choc

Era stato lui a chiedere questo interrogatorio, per dare la sua versione. Assistito dagli avvocati Simone Matraxia e Umberto Gramenzi, ha fornito una serie di elementi nuovi e per questo la procura ha secretato gli atti: su questi infatti si dovranno fare delle indagini, per capire cosa ci sia di vero. L'interrogatorio si è svolto questa mattina nel carcere di Marino del Tronto.