Roma, 5 maggio 2018 - "Hai meritato il Paradiso e non tutti se lo possono permettere. Anche se ti hanno fatto un male atroce tu sei viva alla faccia di tutte quelle persone che ti hanno massacrata". Così Alessandra Verni, la mamma di Pamela Mastropietro ha preso la parola durante i funerali della figlia a Roma.  "Ciao amore mio, mi manchi da morire. Quello che ti hanno fatto è disumano, è un dolore atroce, è una lama che si conficca nel cuore e te lo spacca a metà - ha aggiunto la mamma -. Hai le gambe che tremano vorrebbero cedere, hai sospiri di angoscia ma poi arrivi tu con i tuoi segni e mi fai capire che tu ci sei. Sei sempre vicino a noi""Questo, amore, non è un addio. Un giorno ci rincontreremo e sarà per sempre. Ti amo Pamy", ha concluso la mamma.

image

"Non lasciatevi rubate la speranza sul vostro futuro". Con queste parole il parroco della chiesa Ognissanti si era invece rivolto ai tanti giovani presenti all'ultimo saluto alla 18enne uccisa a Macerata. "Il Signore è con voi, vi accompagna» ha aggiunto don Francesco ricordando che Pamela, la ragazza uccisa e fatta a pezzi a gennaio a Macerata, era nel primo gruppo di Cresima quando diventò parroco della chiesa sull'Appia Nuova. "Pamela è tornata a casa e ora vogliamo stringerla con un forte abbraccio spirituale per farle sentire tutto il nostro amore - ha detto il parroco iniziando la messa -. Con umiltà chiediamo perdono di tutte le nostre mancanze".

Pamela Mastropietro ha lasciato per sempre la sua casa romana intorno le 10. Qui la mamma ha trascorso la notte dormendo a terra di fianco a lei. Dopo la veglia notturna, la bara bianca in cui c'è il suo corpo straziato è uscita dallo stabile di via Saluzzo (FOTO), a Roma, e scortato da motociclisti della Polizia di Roma Capitale è stato trasferito nella chiesa d'Ognissanti, dove sono stati celebrati i funerali. Nel percorso da casa fino in chiesa, il carro funebre è stato accompagnato a piedi dai genitori, da altri congiunti e amici di Pamela.

Il video dell'entrata in chiesa del sindaco di Roma, Virginia Raggi 

Un consistente servizio d'ordine è stato assicurato da poliziotti In borghese e dai carabinieri, mentre i vigili urbani hanno provveduto a regolare il traffico su via Appia Nuova. In molti tra quanti hanno accompagnato il feretro hanno indossato una maglietta bianca con stampate foto di Pamela sorridente. La bara era invece sormontata da un palloncino bianco a forma di cuore. "Infinitamente manchi ma ci sei...", è scritto su uno striscione color rosa appeso a una inferriata all'esterno della chiesa. La  bara bianca della ragazza è coperta da un grosso cuscino di rose rosse dei genitori, una sua foto sorridente e un palloncino a forma di cuore rosa con su scritto "Ciao Pamela".

L'intercettazione choc: "Innocent mi chiese se volevo stuprarla"

image

Un piccolo corteo funebre ha accompagnato Pamela fin davanti la chiesa Ognissanti di via Appia Nuova, dove è stata aperta la camera ardente prima dei funerali. Il sindaco di Macerata Romano Carancini, seduto in prima fila in chiesa vicino al sindaco della capitale Virginia Raggi che ha salutato la madre di Pamela con un lungo abbraccio prima dell'inizio del funerale, ha detto che non dimenticherà Pamela (VIDEO). Tra gli esponenti politici presenti in chiesa anche Giorgia Meloni (VIDEO), Maurizio Gasparri, Domenico Gramazio e Stefano Fassina. 

Il sindaco di Macerata ha guidato una delegazione in rappresentanza dell'intera amministrazione comunale e comunità maceratese composta dal vice sindaco, Stefania Monteverde, dall'assessore alle Politiche sociali, Marika Marcolini e dalla consigliere Deborah Pantana. In chiesa anche il neo parlamentare leghista Tullio Patassini, eletto nel collegio di Macerata. 

image

Anche l'ambasciatore della Nigeria in Italia ha preso parte ai funerali, deponendo fiori sulla bara bianca. Yusuf j Hinnah era con una delegazione di cui faceva parte anche il presidente della comunità nigeriana in Italia, Prince Samuel chima Ibezim, ed ha avuto un breve incontro con il sindaco di Roma, Virginia Raggi, e con il sindaco di Macerata, Romano Carancini.

«Oggi è un giorno di grande dolore per la città e la città è vicina alla famiglia che sta vivendo un lutto, una tragedia davvero molto difficile da superare". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi, lasciando la chiesa al termine dei funerali di Pamela Mastropietro. "Ci stringiamo con un abbraccio ideale alla mamma, al papà e a tutta la famiglia".

Dietro al carro funebre c'era la mamma Alessandra con un mazzo di rose rosse. Ad attendere fuori dalla chiesa il feretro di Pamela, in una bara bianca, diversi amici. Oggi in occasione dei funerali è stato proclamato il lutto cittadino a Roma e Macerata. 

Gli amici della 18enne hanno indossato magliette con una foto di Pamela, un cuore e la scritta «da qui nessuno potrà mai portarti via», foto della ragazza sorridente, libri delle dediche, palloncini bianchi e fiori. Tra le numerose corone di fiori, quella della sindaca di Roma, della nonna Giovanna, dei professori e di Luca Traini, l'uomo che per 'vendicare' la ragazza sparò all'impazzata a Macerata contro alcuni migranti qualche  giorno dopo il ritrovamento del corpo della ragazza, fatta a pezzi, e messa in due valigie. All'uscita dalla chiesa un lungo applauso e il lancio dei palloncini (VIDEO) hanno accompagnato Pamela nella sua bara bianca.

Mezz'ora dopo il termine della cerimonia funebre, il feretro di Pamela Mastropietro ha potuto lasciare via Appia Nuova ed ora compie l'ultimo viaggio, verso il cimitero del Verano. Tantissima la gente che ha quasi stretto d'assedio il carro funebre all'esterno della chiesa d'Ognissanti e ha voluto salutare i genitori di Pamela, ritardando così la traslazione verso il cimitero. La mamma Alessandra Verni ha voluto accompagnare Pamela sulla stessa vettura, prendendo posto accanto al conducente. "Me l'hanno massacrata... ma io non mollo. Ci sarà giustizia, ci sarà ci sarà...". Ha detto la mamma  all'esterno della chiesa al termine dei funerali.