Pattinaggio, pista affidata alla Skyroller

La gestione della pista di pattinaggio di Collevario è stata affidata alla Skyroller Asd Macerata per i prossimi tre anni, dopo un affidamento provvisorio di sei mesi. L'amministrazione ha deciso di prorogare l'affidamento in base alla buona gestione finora e alla volontà della Skyroller di continuare. L'obiettivo è promuovere e potenziare le attività sportive nel territorio.

Pattinaggio, pista affidata alla Skyroller

Pattinaggio, pista affidata alla Skyroller

È stata affidata per i prossimi tre anni alla Skyroller Asd Macerata la gestione della pista di pattinaggio di Collevario. Lo ha deciso la giunta dopo che all’associazione sportiva dilettantistica era stato fatto un affidamento provvisorio per sei mesi, dall’aprile dello scorso anno e che recentemente è stata manifestata la volontà di continuare nel lavoro avviato. Il 10 gennaio scorso, infatti, la Skyroller ha inviato una comunicazione in Comune per manifestare la propria disponibilità ad assumere la gestione della pista di pattinaggio di Collevario per tre anni, a partire dal primo febbraio, alle condizioni già in essere. L’amministrazione prendendo atto che "la Skyroller ha fino ad ora adempiuto a quanto previsto dal rapporto convenzionale per la gestione dell’impianto suddetto, garantendone la fruizione e l’uso per lo svolgimento dell’attività sportiva correlata in forma singola, associativa, federativa o per aggregazione amatoriale", ha deciso di prorogare la gestione per tre anni, a partire appunto dal primo febbraio. Inoltre "mediante la collaborazione delle società ed associazioni sportive dilettantistiche del territorio – si legge nella delibera – l’amministrazione comunale intende perseguire finalità di rilevante interesse pubblico come concorrere alla promozione e al potenziamento della pratica delle attività sportive, sociali ed aggregative consentite dagli impianti sportivi; realizzare una gestione dei servizi con la collaborazione di soggetti, quali società ed associazioni senza scopo di lucro operanti sul territorio e ottenere un miglior rapporto costo/benefici nella gestione e utilizzo degli impianti sportivi".