Piazza San Giovanni cambia volto Ok al progetto da 400mila euro

Un "occhio" in vetro sul selciato permetterà di vedere la cisterna nascosta nella biblioteca

Piazza San Giovanni cambia volto  Ok al progetto da 400mila euro

Piazza San Giovanni cambia volto Ok al progetto da 400mila euro

Una lastra in vetro che si apre sul selciato di piazza San Giovanni da cui poter ammirare la cisterna interrata, nascosta tra le mura della biblioteca Mozzi Borgetti. Comincia a prendere forma il progetto dell’assessore Silvano Iommi per riqualificare il tratto pedonale della piazza che attualmente presenta una griglia disconnessa e spesso utilizzata come ricettalo dei mozziconi di sigaretta. La giunta, infatti, ha approvato il progetto esecutivo (per un importo di 400mila euro) redatto dai geometri Emerson Breccia e Massimo Micozzi con la collaborazione dell’architetto Cristina Bevilacqua per la parte architettonica, dell’ingegner Enrico Marinaro per la parte strutturale e della geometra Corinna Vico per il coordinamento di sicurezza in fase di progettazione. I lavori prevedono la sostituzione integrale dell’attuale pavimentazione in porfido che si trova nella parte carrabile della piazza.

"Le pavimentazioni attuali, sia quella pedonale in arenaria che quella carrabile in porfido, presentano numerose porzioni da risanare – si legge nella relazione tecnica –. Soprattutto nell’area carrabile il passaggio continuo degli autoveicoli ha provocato nel tempo disconnessioni degli elementi e, nei casi più gravi, anche avvallamenti della superficie, compromettendone la regolarità originaria. Considerato che nel centro storico le vie sono in maggioranza pavimentate con pietra arenaria e che, per risanare la porzione carrabile pavimentata con cubetti di porfido è necessario rimuoverli, il progetto prevede di ripavimentare tutta l’area carrabile con pietra arenaria rendendo quindi la pavimentazione della piazza omogenea". Nella parte pedonale, invece, ci sarà l’apertura di un foro al di sopra della cisterna che al momento non è visibile o aperta al pubblico che verrà poi sigillato "con una lastra di vetro strutturale, antisfondamento, carrabile che permetta di osservarne dalla piazza, opportunamente illuminato, il contenuto interno. Contestualmente verrà sostituito il grigliato circolare metallico, molto rovinato, con uno della stessa tipologia, ma con struttura rinforzata per resistere maggiormente ai carichi accidentali. Allo stesso modo si interverrà per le griglie di aerazione rettangolari presenti". Inoltre verranno sostituiti i paletti in ghisa che dividono la parte pedonale da quella carrabile con degli elementi di arredo urbano di colore bianco, così come saranno sostituite le panchine attualmente presenti.