Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 lug 2022
29 lug 2022

Più che anticipate, sono consultazioni abbastanza tardive

29 lug 2022

"La decisione presa da Draghi – sostiene lo studente Filippo Morelli, di Cingoli - è stata ponderata. Ha scelto di dimettersi tenendo in considerazione le proprie esigenze e quelle dell’intera comunità. È giusto che si cambi se manca la fiducia dei pentastellati". Il ritorno alle urne, per lui, appare quindi una normale conseguenza: "È necessario tornare a votare visti soprattutto gli importanti attriti tra le forze politiche della maggioranza". Filippo è fiduciso in vista del 25 settembre: "Ritengo che le elezioni potrebbero essere determinanti. Restituire la parola ai cittadini tramite il voto quando non c’è una solida maggioranza di governo è più che legittimo, anzi è obbligatorio, in una democrazia come la nostra. È corretto evitare soluzioni alternative non scelte dagli elettori. Queste elezioni possono essere definite tardive, più che anticipate". Immancabile un commento riguardo l’importanza del voto: "Di certo andrò a votare con la fiducia che tutto ciò si risolva presto. Sarà la mia prima volta, la ritengo un’importante esperienza di vita. L’affluenza per il referendum costituzionale del 12 giugno scorso è stata circa del 20%, ovviamente si spera che a settembre sia molto più alta. Con l’astensionismo non solo non si partecipa attivamente alla vita politica, cosa che tutti noi siamo chiamati a fare, ma si ignorano anche le varie lotte che hanno portato al raggiungimento di un assetto politico che tutela le libertà dei singoli cittadini".

e. p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?