Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

"Più forti della malattia" Storie di rinascita a teatro

Il 21 maggio al Lauro Rossi la serata per raccogliere fondi contro la fibrosi cistica

chiara sentimenti
Cronaca
Da sinistra Regolo, Sacchi, Baldoni, Feroce, Mengucci e Gattafoni
Da sinistra Regolo, Sacchi, Baldoni, Feroce, Mengucci e Gattafoni
Da sinistra Regolo, Sacchi, Baldoni, Feroce, Mengucci e Gattafoni

di Chiara Sentimenti

"Questa serata nasce dal sogno di trasmettere, a quante più persone possibile, un messaggio di speranza attraverso le testimonianze di coloro che nello sport, nell’attività professionale o in altri ambiti della vita sono riusciti a superare momenti di estrema difficoltà, rialzandosi e trasformando le sofferenze e le avversità in una straordinaria opportunità di rinascita ed evoluzione". Rinaldo Feroce e Laura Baldoni, coniugi maceratesi, sono partiti dalla loro esperienza con la fibrosi cistica per parlare della malattia, delle difficoltà che la vita ci mette davanti e raccontare come da queste si può rinascere. Da questo sogno è nato "Heroes" l’appuntamento che si terrà sabato 21 maggio, alle 21 al teatro Lauro Rossi, in cui verranno raccontate cinque storie di rinascita che sono quelle di Alessandro Gattafoni, campione sportivo che, proprio per superare la fibrosi cistica, ha sfidato il mare attraversando l’Adriatico, e Assunta Legnante, atleta paralimpica che fin da bambina ha dovuto combattere con un glaucoma che le ha tolto la vista. Con loro anche Daniele Regolo, disabile uditivo che, nel 2013, ha fondato "Jobmetoo", la prima agenzia per il lavoro dedicata alle persone con disabilità, Daniela Spada (compagna dell’attore Cesare Bocci) che ha superato un ictus che l’ha colpita nel 2000 e il bergamasco Giampietro Ghidini, che ha visto il figlio morire per droga a soli 16 anni e ha fondato una community per aiutare i giovani a uscire dalle dipendenze. Una serata che si lega perfettamente con "Macerata città europea della sport 2022", perché l’attività fisica – come ha spiegato Baldoni – "è una componente nella cura della malattia". "Lo sport mostra tutta la sua importanza vitale – ha aggiunto l’assessore Riccardo Sacchi – e lega come un filo rosso tutto ciò che lo sport significa: la salute del corpo e dell’anima, il turismo, la cultura, fino al giornalismo e alla filosofia. È disciplina di salvezza e pure di redenzione. In questo appuntamento c’è tutto ciò che intendevamo quando ci siamo candidati e poi abbiamo ottenuto il riconoscimento di Città europea dello sport 2022".

Tutto l’incasso della serata sarà devoluto alla Lega italiana fibrosi cistica Marche, che da anni "è al fianco delle famiglie e spesso integra il servizio nazionale quando questo non arriva in tutte le situazioni", ha spiegato il presidente regionale Andrea Mengucci. Durante la serata saranno proiettati video emozionali e ci saranno momenti musicali con l’esibizione dei "Mothra". Il biglietto è a offerta minima di 15 euro (senza distinzione di settori) con prenotazione obbligatoria. Per info e prenotazioni: heroesmacerata@gmail.com o biglietteria di piazza Mazzini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?