Poesia ma anche letture e musica e una conviviale a tavola. Il festival "La Punta della Lingua" per la sua quindicesima edizione ha scelto San Severino, tra le terre del sisma, uscendo così dai suoi tradizionali spazi. Due le giornate in programma, la prima dedicata alla poesia dei bambini e alla letteratura per ragazzi è già andata in scena. Oggi invece, alle 18 al complesso di San Domenico, è previsto un laboratorio di traduzione poetica, a cura di Andrea Franzoni e Renata Morresi. Alle 19, invece, la rassegna presenterà la terza edizione de "Le Marche della Poesia". La 15esima edizione de "La Punta della Lingua" ospiterà le letture di Jacopo Curi, Massimo Gezzi, Francesca Gironi, Renata Morresi, Adelelmo Ruggieri e Luigi Socci. A seguire Cena con l’Autore al ristorante LK ristoro con il contributo minimo di 20 euro (antipasti, tagliere di salumi marchigiani, verdure grigliate di stagione, stuzzicherie di prodotti tipici, vincisgrassi, maialino con patate a forno e contorno di insalata). Durante la cena la scrittrice Loredana Lipperini dialogherà dei suoi libri con Chiara Gabrielli. Dalle 21 trenta minuti di videopoesie di Billy Collins e poi gran finale con il concerto dei Têtes de Bois (foto) con Andrea Satta alla voce e Angelo Pelini alla fisarmonica e tastiere.