Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 giu 2022

Progetti e domande di contributo entro il 15 ottobre

L’ordinanza di Legnini: posticipata la scadenza per la ricostruzione privata

7 giu 2022

È stata fissata definitivamente al 15 ottobre la nuova scadenza per la presentazione dei progetti di ricostruzione privata e delle domande di contributo da parte dei cittadini residenti che beneficiano del Cas, il contributo di autonoma sistemazione, o dell’alloggio nelle strutture abitative di emergenza (Sae o casette). Il commissario straordinario Giovanni Legnini ha firmato l’ordinanza – pubblicata ieri – che differisce alcuni termini per la ricostruzione privata, a cominciare da quello per la presentazione dei progetti e delle domande di contributo da parte dei beneficiari di forme di assistenza, che non abbiano impedimenti oggettivi. "La data tiene conto del nuovo termine del 15 settembre per la presentazione della dichiarazione di conferma del possesso dei requisiti dell’assistenza – specifica la struttura commissariale –, che sarà stabilito da un’ordinanza della Protezione civile di prossima emanazione, con la quale si definiranno anche le modalità di presentazione della dichiarazione ai Comuni". Nei prossimi giorni, attraverso una direttiva, il commissario Legnini indicherà a titolo informativo alcune delle possibili cause di impedimento oggettivo alla presentazione dei progetti e delle richieste di contributo. Con la nuova ordinanza commissariale si differisce inoltre al 31 dicembre il termine entro il quale i titolari delle attività produttive, che avranno recuperato l’agibilità dei vecchi edifici, dovranno provvedere alla rimozione delle strutture temporanee, nelle quali hanno esercitato l’attività. È spostato al 31 dicembre anche il termine entro il quale i proprietari degli edifici realizzati dopo il 1945 in aree vincolate potranno optare per il mantenimento delle vecchie maggiorazioni sul contributo, in luogo di quelle previste dall’ordinanza 116. Infine, si dispone l’applicazione del nuovo prezzario unico del cratere pure per il rimborso dei danni provocati dall’ondata di maltempo che nel gennaio del 2017 colpì una parte del cratere del sisma. lu. ge.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?