GIULIANO FORANI
Cronaca

"Protesta esagerata, il Donoma è un bene"

Angelini e la petizione: solo lievi danni che ho risarcito, dentro non succede nulla e fuori servono più controlli

"Protesta esagerata, il Donoma è un bene"

"Protesta esagerata, il Donoma è un bene"

"La protesta per i problemi creati dalla movida è esagerata, c’è chi strumentalizza la situazione e non tiene conto dei benefici che portano alla città gli esercizi della notte". Così Daniele Maria Angelini, gestore del Donoma, in risposta alla petizione trasmessa alla prefettura e al sindaco da 188 cittadini. "Il problema non è diverso da quello tipico delle città vive e si verifica anche altrove. All’interno del Donoma non si registra nessuna anomalia, i giovani si divertono, cantano e ballano. E’ all’uscita che può verificarsi qualche disagio, ma non della portata descritta nella petizione. Se vogliamo una città dormitorio, come lo era in passato, lo si dica apertamente, ma non è questo che chiedono le famiglie. Qualcuno ci ha chiesto addirittura di aprire anche nei pomeriggi del weekend, a prezzo politico, per accogliere i giovani che d’inverno spesso non hanno dove andare, stiamo valutando. Oggi le famiglie si sentono più tranquille quando sanno che i loro figli il divertimento lo trovano in casa e non, come in passato, migrando in auto nelle discoteche del nord Marche o addirittura in quelle della Romagna. Ed è bene tener conto di questo". E poi le attività economiche, che, secondo Angelini, hanno la loro importanza. "Civitanova è punto di riferimento per tutta la regione ed anche per altre - dice -. Pulmans di ragazzi vengono da tutta la regione e addirittura dall’Umbria a cercare divertimento da noi; in discoteca lo trovano e sono sereni, il problema è al deflusso. Personalmente, mi avvalgo dell’opera di 27 agenti della Security che fanno alla grande il loro lavoro, all’interno. Darò il mio contributo a che gli esterni non siano teatro di possibili vandalismi dislocandone alcuni anche in corso Garibaldi. Non mi compete, ma lo faccio. Rimedio ideale è che le forze dell’ordine assicurino la loro presenza dalle 4 alle 5 del mattino, all’ uscita". Angelini insiste ancora sulle esagerazioni. "Solo in occasione dell’ apertura si è registrato un episodio spiacevole a causa di un gruppo di stranieri, ma non mi risulta che i danni siano della portata di cui si parla nell’ esposto. C’è stata solo un’insegna di un negozio danneggiata ed ho provveduto personalmente a rimborsare il titolare". Quanto infine alle misure per ridurre i disagi, "il sindaco sta facendo del suo, sarebbe opportuno che anche i titolari degli altri locali del centro diano il loro contributo. Il Donoma lo fa, discutiamone".