Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

Pubblico impiego, elette le Rsu L’analisi di Cgil, Nursind e Cisl

Taddei: "Risultato storico". Guglielmi la più votata, . Moretti: "Primi in Comune"

Si sono tenute nei giorni scorsi le elezioni per le Rsu nel pubblico impiego. "Un risultato storico", commenta il segretario Cgil Daniel Taddei, parlando di "grande affermazione della Federazione lavoratori della conoscenza (i settori dell’educazione, istruzione, formazione e ricerca) e della Funzione pubblica. La Fp Cgil in sanità si conferma primo sindacato nell’Area vasta 3. Importante consolidamento nell’ambito delle autonomie locali, dove cresciamo nel Comune di Macerata e ci affermiamo prima lista in alcuni enti e Asp come Recanati, Sarnano, Cingoli, Monte San Giusto, Ircr Macerata, Unione Montana, Monti Azzurri e altri. Nel comparto Funzioni centrali la Cgil è primo sindacato all’Ispettorato del lavoro e al tribunale, mantenendo la rappresentanza in amministrazioni come Agenzia entrate, procura, questura. La Flc è per la prima volta il sindacato più votato nel comparto scuola e nell’Università. Risultati straordinari all’Ipsia Corridoni di Corridonia, all’Ic Monti di Pollenza, all’Ic Ugo Bassi di Civitanova e al’Ic Mestica di Macerata e tanti altri. Vogliamo dedicare questa giornata al ricordo di Giampaolo Cingolani, scomparso prematuramente da pochi giorni". Sul fronte della sanità, il Nursind segnala quasi il 30% per cento in più di voti rispetto al 2018 e 9 seggi assegnati. È il secondo sindacato in Area vasta 3 con 482 preferenze. "Una vittoria per gli infermieri – commenta la segretaria Elisabetta Guglielmi –, frutto non solo di una grande dedizione ma anche di un ascolto costante delle necessità dei colleghi". Proprio Guglielmi è stata la più votata con 365 voti. "Per i prossimi tre anni il sindacato si è prefissato numerosi obiettivi: migliorare la trasparenza nelle comunicazioni tra azienda e lavoratori, regolamentare le situazioni per evitare abusi e soprattutto rivedere i regolamenti delle pronte disponibilità, dell’orario di lavoro e della mobilità. E poi regolamentare le assegnazioni provvisorie, dare attenzione alle aggressioni fisiche e verbali". Quanto alla Cisl Fp, si segnala l’esito positivo a livello regionale, che la colloca al primo posto nel comparto Funzioni locali. "Nel Comune di Macerata – riferisce il responsabile provinciale Alessandro Moretti – vengono attribuiti ai candidati Cisl Fp sette dei dodici seggi, uno in più rispetto al 2018. Alla Provincia i seggi sono 5 su 9, a Tolentino 5 su 7, a Civitanova invece si è totalmente ribaltato l’assetto precedente, risultando ora 4 seggi Cisl su 9. A Camerino 3 su 5 e a Corridonia 2 su 4, a San Severino 4 su 5, 3 su 4 alla Asp Ricci di Civitanova mentre a Montecassiano, Morrovalle e Treia 4 su 4".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?