QN Distretti: oggi tappa a Civitanova. Moda e calzature pronte alla sfida

Alle ore 18 al teatro Annibal Caro il forum voluto dal Carlino in collaborazione con Bper Banca. Sostenibilità, intelligenza artificiale e big data: la direttrice Pini a colloquio con i protagonisti della filiera.

QN Distretti: oggi tappa a Civitanova. Moda e calzature pronte alla sfida

QN Distretti: oggi tappa a Civitanova. Moda e calzature pronte alla sfida

Il futuro della moda e delle calzature sostenibili è in continua evoluzione grazie ai progressi tecnologici. I brand stanno cominciando a sperimentare con materiali sempre più sostenibili in ogni fase della vita del prodotto. Inoltre, l’utilizzo di big data e l’intelligenza artificiale stanno parallelamente permettendo di creare processi produttivi più efficienti, riducendo gli sprechi e l’impatto ambientale. Cosa comporta questo cambiamento sociale per le realtà che fanno parte della filiera produttiva in uno dei settori simbolo del Made in Italy nel Mondo? Quali gli strumenti messi a disposizione dalle istituzioni e dal mondo finanziario per facilitare le innovazioni nel campo della sostenibilità? Di questo si parlerà oggi alle 18, al teatro Annibal Caro di Civitanova, nel corso dell’evento "Il nuovo fronte del Made in Italy: lusso, design, accessibilità a confronto con la sostenibilità", organizzato nell’ambito del ciclo "Le sfide dei territori e dei distretti italiani: QN incontra i protagonisti delle filiere". L’appuntamento è ideato da QN Quotidiano Nazionale in collaborazione con Bper Banca e il sostegno della Camera di commercio delle Marche, Asvis e Ipsos.

L’incontro sarà introdotto da Agnese Pini, direttrice di QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Luce, che dialogherà con il governatore Francesco Acquaroli, il sindaco Fabrizio Ciarapica e il presidente della Camera di commercio delle Marche, Gino Sabatini. Nella seconda parte, moderata da Valerio Baroncini (vicedirettore del Carlino) e incentrata sul "Made in Italy sempre più protagonista della scena internazionale", interverranno invece Moira Amaranti, presidente nazionale e interprovinciale Confartigianato calzature; Giacomo Bramucci, presidente Confcommercio Marche e componente di giunta di Federmoda Italia; Salina Ferretti di Confindustria Macerata; Emanuele Pepa, presidente Confartigianato Marche; Elisabetta Pieragostini, presidente della sezione Accessori di Confindustria Fermo, e Paolo Silenzi, presidente Cna Marche. "Le aziende artigiane sono il vero Made In Italy - precisa Amaranti -, ricercato e apprezzato nel mondo, portando una qualità professionale sempre più alta che va dalla creatività stilistica alla capacita manifatturiera". "Il vero inestimabile valore del Made in Italy si esalta solo con una filiera totalmente allineata e culturalmente pronta a far recepire come elementi distintivi la qualità e la sostenibilità. Il retail è fondamentale" aggiunge Bramucci.

L’ultima parte dell’incontro, moderata da Giancarlo Falcioni, responsabile della redazione maceratese del Carlino, sarà dedicata a "Le sfide della sostenibilità e le soluzioni innovative di sostegno al settore", con gli interventi di Valentino Bobbio, co-coordinatore Gruppo di lavoro Asvis Goal 12 e segretario generale Next economia; Stefano Vittorio Kuhn, chief retail & commercial banking officer – Crcbo Bper Banca e Silvano Lattanzi, fondatore di Zintala. "L’iniziativa del Quotidiano Nazionale - sottolinea Silenzi - è di grande interesse in una regione come le Marche, dove il sistema moda rappresenta da sempre una eccellenza. Insieme al Veneto, siamo la regione più artigiana e manifatturiera d’Italia. In questo contesto primeggia il distretto calzaturiero del fermano – maceratese. Su 4.840 imprese del sistema moda ben 2.848 sono di calzature e pelletteria. Di queste 2.619 si concentrano nel distretto tra Macerata e Fermo con 20.282 addetti e un export di 1,8 miliardi di euro, in crescita del 15 per cento nel primo semestre di quest’anno".