Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

"Questo è il festival dove i sogni si avverano"

Le parole di Cristicchi davanti ai finalisti. Il sindaco Antonio Bravi:. "Torniamo alla normalità"

I finalisti e lo staff di Musicultura con i rappresentanti delle istituzioni prima del concerto di ieri al teatro Persiani. di Recanati. E questa sera si replica
I finalisti e lo staff di Musicultura con i rappresentanti delle istituzioni prima del concerto di ieri al teatro Persiani. di Recanati. E questa sera si replica
I finalisti e lo staff di Musicultura con i rappresentanti delle istituzioni prima del concerto di ieri al teatro Persiani. di Recanati. E questa sera si replica

Ha risuonato alta la musica ieri sera al teatro Persiani di Recanati dove hanno iniziato ad esibirsi i 18 finalisti, scelti su 2.172 proposte, della XXXIII edizione di Musicultura, un concerto live che si concluderà questa sera, in diretta su Rai Radio1 e sui social, condotto da John Vignola, Marcella Sullo e Duccio Pasqua. "È un tanto atteso ritorno alla normalità – ha sottolineato il sindaco Antonio Bravi –. Un pensiero affettuoso va a Piero Cesanelli che tanti anni fa, grazie al suo genio creativo, ha fatto partire questa realtà che è diventata un’eccellenza del nostro territorio. Lui è riuscito a coniugare le due principali arti che contraddistinguono la cultura recanatese, la poesia e la musica, "arti indivisi e indivisibili" nella canzone come scrive Giacomo Leopardi nello Zibaldone".

Ieri, ad impreziosire la serata, sul palco anche Simone Cristicchi (oggi, dopo la vittoria del 2005, tra i membri del comitato di garanzia di Musicultura) ed Amara. "Musicultura per me rappresenta il luogo dove i sogni possono avverarsi – ha confessato Cristicchi – e vi auguro di realizzare il vostro sogno che è trovare ciò che si è davvero, sia dal punto di vista artistico che umano". Un’emozionatissima Amara ha ricordato: "Qualche anno fa ho avuto la possibilità di esibirmi qui e ho capito che ci sono dei luoghi disposti ad accogliere la profondità reale di un artista che decide di raccontare i propri pensieri in maniera autentica". Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento presente anche l’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini che ha sottolineato come "Musicultura è un’iniziativa capace di proporre a un vasto pubblico alcuni dei luoghi più significativi della nostra terra. La cultura, ancora una volta, si dimostra uno dei veicoli privilegiati della promozione ed è un messaggio di rinascita che dalle Marche arriverà a tantissimi italiani e non solo". Questa sera sul palco del Persiani Enrico Ruggeri che ha condotto le ultime tre edizioni del Festival, componente anche lui del comitato di garanzia.

"È in giorni come questi che il senso del progetto Musicultura, coltivato da Piero Cesanelli e che noi continuiamo a sviluppare nel suo ricordo, emerge con più forza – ha spiegato Ezio Nannipieri, direttore artistico di Musicultura –. Siamo qui grazie anche al sostegno prezioso dei partner privati e statali. Ringrazio gli artisti iscritti e vi auguro di non perdere la passione di fare quello che fate e di essere consapevoli della fortuna e della responsabilità che tutto ciò comporta. Vi auguro di riscuotere successo, ma non di divenirne prigionieri".

Antonio Tubaldi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?