Ricordati i cento soldati potentini morti al fronte

Ricordati i cento soldati potentini morti al fronte

Ricordati i cento soldati potentini morti al fronte

"Per non dimenticare chi ha sacrificato la propria vita per la nostra Patria, per la libertà, per la democrazia e per coloro che, in uniforme, contribuiscono a mantenerle". Così, ieri, il sindaco Noemi Tartabini ha ricordato, al parco della Rimembranza, i tanti giovani italiani e gli oltre cento potentini che hanno dato la vita nel corso della prima guerra mondiale. Ma il momento più significativo c’è stato con i ragazzi della scuola media di Potenza Picena, che hanno letto alcune lettere scritte dai soldati al fronte. La manifestazione è stata accompagnata dall’esibizione della banda. La cerimonia ha avuto inizio nella chiesa della Collegiata, dopo si è arrivati in corteo al parco della Rimembranza, in piazza Matteotti e piazza Douhet per la deposizione della corona d’alloro.